Mario Ghiacci: “la mia Trieste bell’esempio della forza del collettivo nei momenti difficili”

0
Fonte: Pallacanestro Trieste

Parla il Presidente dell’Allianz Pallacanestro Trieste, che nel suo commento non manca di ringraziare oltre ai giocatori e allo staff tecnico lo staff dei medici e dei fisioterapisti, gli sponsor della squadra nordestina e coloro che stanno lavorando in amministrazione e sul lato organizzativo.

Quest’anno il vero valore aggiunto di una delle sorprese positive della stagione – la Pallacanestro Trieste – è stato il collettivo. Il “noi”, che nei momenti difficili è emerso in maniera chiara, accompagnato da una grande tenacia collettiva, agonismo e saggezza sportiva. A ricordarcelo è stato il Presidente della società giuliana, Mario Ghiacci, soddisfatto del piazzamento della sua squadra, che nei quarti sfiderà l’Happy Casa Brindisi.

Queste le parole di Ghiacci: “abbiamo raggiunto un risultato eccezionale, reso ancora più grande dalle difficoltà che abbiamo affrontato e dalle scelte che la società ha saputo fare. Questo risultato non è merito di un singolo, il merito va al grande lavoro di tutti: dei giocatori, di tutto lo staff tecnico, di chi ha lavorato in ufficio, nell’organizzazione, del consiglio di amministrazione che ha saputo fare scelte intelligenti e mantenerle nel tempo, anche nei momenti difficili”.

Trieste se la vedrà ora con una delle indiscusse candidate per lo scudetto di questo campionato – quella New Basket Brindisi già affrontata ai quarti di Coppa Italia. Ma i ragazzi di Dalmasson non possono che scendere in campo con il sogno di ribaltare il pronostico o perlomeno mettere in seria difficoltà gli avversari pugliesi. Di questo ne è certo anche il Presidente Ghiacci: “si va in campo per vincere. Abbiamo davanti un turno di playoff che va giocato: l’Allianz Pallacanestro Trieste non è stata assoldata per fare da comparsa”.

Il Presidente dell’Allianz Pallacanestro Trieste non ha nascosto il sogno di poter riabbracciare presto anche i tifosi alabardati. Si sa, la città di Trieste vanta uno dei pubblici più numerosi e fedeli della nostra palla a spicchi, come lo dimostrano le statistiche sul numero degli spettatori paganti delle scorse stagioni – per non parlare di quella cultura del basket che nella città giuliana è di casa -: “fiducia, lungimiranza e pazienza sono state le parole che maggiormente ci siamo ripetuti quest’anno nelle riunioni del consiglio di amministrazione. Quando si raggiungono i risultati, i momenti difficili quasi si dimenticano, ma noi non dimentichiamo: perché ci abbiamo creduto, perché abbiamo combattuto. Ora il nostro sogno è riavere il nostro pubblico”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here