Milano – Capo d’Orlando, la sala stampa: le parole di Pianigiani e Di Carlo

I due coach hanno analizzato nella conferenza post-gara la partita tra milanesi e siciliani, vinta ieri dai padroni di casa per 91-54

di Stefano Bartolotta

Simone Pianigiani (coach Milano): “Abbiamo fatto il nostro dovere. È importante migliorare e questa era una giornata particolare perché abbiamo avuto problemi ad esempio quello alla spalla di Micov e poi l’influenza di Theodore. Avremmo dovuto distribuire i minuti lo stesso ma sono contento perché abbiamo utilizzato Kuzminskas da 3 che adesso rappresenta una nuova opzione, abbiamo usato Jerrells da playmaker più del solito e anche questo ci aiuta. Abbiamo interpretato la partita nel modo giusto. Non dovevamo fargli pensare di poterci stare addosso. Voglio vedere questa personalità sempre. Adesso abbiamo un fine settimana durissimo perché giocheremo a Belgrado su uno dei campi più duri d’Europa, contro una squadra che con gli ultimi innesti è ancora più forte, e dopo meno di 48 ore saremo a Brindisi che adesso è in fiducia e gioca bene come ha dimostrato anche a Venezia”.

Gennaro Di Carlo (coach Capo d’Orlando): “La situazione è abbastanza complicata, stasera era una partita difficile per invertire la tendenza. Lottiamo per rimanere in Serie A, sarà dura ma ci faremo trovare pronti. Non è facile venirne fuori, ma abbiamo convinzione nei nostri mezzi e guardiamo avanti, le sconfitte si sono accumulate e credo che questo non sia l’effetivo valore della squadra. Dobbiamo focalizzarci immediatamente su Reggio Emilia cercando di recuperare una migliore condizione da parte di tutti. Ci presenteremo domenica prossima nel migliore dei modi. Non dobbiamo dimenticarci che abbiamo dimostrato delle qualità superiori a quelle di oggi. È una situazione che si è complicata cammin facendo, perché oltre gli impegni in coppa hanno inciso molto gli infortuni. Sono convinto che la squadra di stasera non è la vera Orlandina. Questi ragazzi ci hanno fatto vincere le partite fino al 16 dicembre dobbiamo tornare ad essere quella squadra. Più perdi, però, meno certezze hai. Dobbiamo compattarci e portare a casa un risultato positivo contro Reggio Emilia. In questo momento, oggettivamente, la salvezza è il nostro scudetto”.

Fonte: uff. stampa Emporio Armani Milano e Betaland Capo d’Orlando

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy