Milano – Trento G2 sala stampa: le parole di Repesa e Buscaglia

0

Jasmin Repesa (coach Milano): “Trento merita il 2-0 per quello che abbiamo visto. I nostri problemi sono stati simili a gara 1 nel senso che le palle perse e i canestri facili sono stati decisivi. La situazione è difficile ma noi daremo tutto per ribaltare la serie. Loro finora sono stati più duri, determinati, preparati. Ci hanno strappato 10 palloni dalle mani. I fischi del pubblico non sono una novità. È ribaltabile la serie, lo dico chiaramente. In gara 3 faremo zona dal primo minuto. Vediamo cosa succede. Questa squadra e questo ambiente hanno subito uno stress lunghissimo. In queste situazioni basta nulla per accendere il nervosismo, per contestare e discutere. Tutto nasce dalle eccessive aspettative in EuroLeague e questa stagione europea deludente ha causato nervosismo ed energia negativa. La gente è stanca. Siamo senza Simon, Sanders ha problemi, ma tutti hanno provato. Parlo di voglia non di qualità. Stasera viviamo un momento difficile ma non permetto si discuta la voglia che ci abbiamo messo”.

Maurizio Buscaglia (coach Trento): “Siamo partiti meglio rispetto a gara 1, abbiamo subito un momento incredibile di Milano nel terzo quarto ma abbiamo avuto il merito di rimanere calmi, tranquilli, riuscendo a rispondere alla difficoltà sfruttando il bonus per andare in lunetta e facendo girare molto la palla per migliorare la qualità dei tiri e ridurre le palle perse. Per il resto la nostra difesa ha contestato tutti i tiri tenendo per 40 minuti, e i piccoli aggiustamenti che abbiamo fatto rispetto a gara 1 hanno pagato dividendi. La serie? Non fa parte del nostro approccio pensare alla serie. Stiamo giocando una partita alla volta senza porci troppe domande. Lunedì Milano arriverà al PalaTrento con grande intensità ed energia per rifarsi, e dovremo farci trovare pronti ripartendo dal gran lavoro fatto finora”.

Fonti: uff. stampa EA7 Emporio Armani Milano e Dolomiti Energia Trento