Montegranaro – Caserta, le pagelle: Burns e Cinciarini positivi, Akindele l’ultimo ad arrendersi

0

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SUTOR Montegranaro

Steele 6,5: Preferisce non strafare giocando una partita autorevole.

Cinciarini 7,5: Autore di 16 punti, è un pericolo costante per la difesa della Juve.

Panzini s.v.: Solo 2 minuti per il play anconetano, giusto il tempo di sbagliare un paio di tiri.

Perini s.v.: Disputa solo gli ultimi spiccioli di partita.

Slay 7: Nonostante i suoi problemi fisici (a detta di Recalcati era al 30%) sigla 9 punti in 16 minuti, offrendo il suo contributo per il break decisivo nel secondo quarto.

Freimanis 6: Alle prese con problemi di falli, è costretto spesso alla panchina. In campo svolge il suo compitino.

Campani 6: Chiamato in causa anche per via del problema fisico di Mazzola, fa il possibile per contenere Akindele, non con splendidi risultati.

Di Bella 7: Forse la migliore prova della stagione per il capitano della Sutor, in gran spolvero con 11 punti e 5 assist.

Mazzola s.v.: Soli 8 minuti di gioco prima di essere costretto alla panchina per un infortunio all’alluce. I tempi di recupero, tra l’altro, sembrano lunghi.

K. Johnson 5,5: Parte in quintetto, ma non è decisamente la sua serata. Timido. 

Burns 8,5: Prova maiuscola quella dell’americano. 24 punti siglati, una superiorità costante sotto le plance (9 rimbalzi) e un grande 10/14 al tiro gli valgono il premio di MVP del match.

Amoroso 7: Autore di una prova di sostanza, risponde sul campo alle provocazioni dei tifosi casertani.

 

JUVE Caserta

Maresca 4: Solo una tripla siglata in 28 minuti opachi. Serviva altro ai campani per vincere questa partita.

Jonusas 6,5: Alle prese con problemi di falli, ne mette 17 in altrettanti minuti di gioco, con un 12 di plus/minus. E’ uno dei pochi bianconeri a rendersi pericoloso.

Mordente 4,5: Non riesce ad incidere nonostante l’ampio minutaggio. Lo salvano in piccola parte i (decisamente insoliti) 6 rimbalzi conquistati.

Marzaioli s.v.: In campo solo per 4 minuti, l’unica statistica che compare nel suo scout è una palla persa.

Michelori 4,5: Non si rende mai pericoloso totalizzando addirittura un -23 di plus/minus.

Akindele 7: E’ l’ultimo ad arrendersi, senza mai tirarsi indietro e timbrando un 33 di valutazione. 

Sergio s.v: Relegato spesso in panchina, sul parquet non ha occasione di mettersi in mostra.

Gentile 5: Nonostante i 10 punti siglati, non riesce a creare insidie in cabina di regia, ben contenuto dai piccoli della Sutor.

Cefarelli n.e.

Jelovac 5,5: In campo per quasi tutta la durata della partita, è tra gli ultimi ad alzare bandiera bianca nonostante il pessimo 1/6 dall’arco.