Novipiù Casale, una pausa prima del match contro Cantù.

0

L’inizio di stagione della squadra di Marco Crespi è stato alquanto travagliato, dopo la prima sonora sconfitta in trasferta a Sassari, la Junior è arrivata ad un passo dalla vittoria contro Cremona, storica rivale dei rossoblu in LegaDue, ma un canestro di Tabu a pochi secondi dalla sirena finale ha cancellato i sogni di una prima vittoria in Seria A davanti al proprio pubblico.
Le trasferte della terza e quarta giornata sono continuate sulla falsa riga della prima, con una Junior al completo ma in netta difficoltà sui campi di Varese e Caserta.
La quinta partita è in un certo senso quella della svolta: Joe Trapani ha lasciato Casale, Dunigan è ormai ai margini della rotazione e  Garrett Temple è infortunato, ma la Junior tira fuori una prestazione super contro l’Olimpia Milano di Danilo Gallinari e Sergio Scariolo. Il risultato finale premia i milanesi di 3 lunghezze ma da questa partita in poi i piemontesi appaiono molto più caparbi, convinti dei propri mezzi e ognuno comincia a sentirsi parte di un gruppo che, con le future aggiunte di Stevic, Martinoni e Shakur, potrebbe raggiungere tranquillamente gli obiettivi prefissati alla fine della stagione vittoriosa in LegaDue, ossia una salvezza tranquilla.
Ma per arrivare alla prima vittoria in Serie A bisogna ancora passare dalla sconfitta casalinga contro Treviso, ancora una volta al fotofinish e questa di una lunghezza.
Settimana di intenso lavoro in vista della trasferta di Avellino e arrivo in Monferrato di Mustafa Shakur, che per entrare subito nel cuore dei tifosi ne piazza 30 in Irpinia, la Junior vince 92 a 81.
Con la prima vittoria casalinga, contro una Montegranaro in crisi, e la sconfitta contro Venezia, si arriva ad oggi.

Attualmente la Novipiù Casale ha in Matt Janning e David Chiotti i due migliori marcatori, ma con l’innesto del playmaker Shakur, le opzioni offensive per la squadra di Marco Crespi aumentano nettamente. Shakur è un grande attaccante, abile realizzatore dall’arco e in penetrazione, che alternandosi con un playmaker vero come Stefano Gentile, sono in grado di far saltare gli equilibri di ogni tipo di difesa.
Dopo aver parlato dell’innesto tra i piccoli, Shakur, non si può non parlare dei due nuovi lunghi alla corte di Marco Crespi, Martinoni si è presentato senza troppe parole ma con minuti di qualità, il suo biglietto da visita è stato infatti 5 punti in pochi minuti contro Montegranaro, tripla e layup che hanno spezzato le gambe ai marchigiani. Oliver Stevic invece è arrivato per sostituire il partente (e deludente) Dunigan, ha subito colto il modo di lavorare di coach Crespi, migliora giorno dopo giorno e il suo ambientamento in Piemonte è stato ottimo, ha legato subito con gli abitanti di questa piccola città e ha apprezzato molto la vicinanza con cui il pubblico casalese segue i proprio beniamini.

Domenica prossima sarà l’inizio di una serie di tre partite molto difficili e nello stesso tempo molto delicate: prima in casa contro Cantù, poi in trasferta contro Siena e poi di nuovo in casa contro Biella.
La NGC Cantù attualmente è una delle migliori squadre d’Italia e sta dimostrando in tutta Europa di che pasta è fatto il collettivo di coach Trinchieri, per questo per la Junior oltre ad essere una tappa fondamentale verso la salvezza sarà anche un banco di prova per capire se saranno pronti ad affrontare tutte le sfide più difficili che il campionato gli riserverà.

Questa settimana di riposo arriva dunque nel momento ideale dal punto di vista del recupero fisico, il lavoro lontano dal gruppo che sta facendo Stefano Gentile uscito malconcio dal PalaVerde per un problema ad una caviglia gli permetterà di rientrare al più presto in squadra. Ma il momento si può definire ideale anche per il lavoro che Marco Crespi e il suo staff stanno facendo con il resto della squadra, con allenamenti sul parquet e visionando attraverso i filmati coloro che andranno ad affrontare.

Quindi per tutti i tifosi rossoblu l’appuntamento è fissato: domenica 18 dicembre ore 18:15 al PalaFerraris!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here