Nuovo DPCM, la Virtus chiede lo stop al campionato

Lo scenario di un mese (minimo) di partite a porte chiuse rischia di essere troppo pesante a livello economico per i club

di La Redazione

Giovedì ci sarà il vertice della LBA Lega Basket Serie A nel quale si deciderà cosa fare dopo l’emanazione di un nuovo decreto da parte del Presidente del Consiglio dei Ministri.

Secondo questo DPCM per almeno un mese (fino al 24 novembre) tutti i campionati nazionali dovranno essere giocati a porte chiuse. Questo è troppo pesante per le società di Serie A e, secondo quanto riporta l’edizione odierna de Il Resto del Carlino, la Virtus Segafredo Bologna spingerà per chiedere lo stop del campionato.

Molte società si aspettavano un graduale aumento del numero di spettatori, non un nuovo taglio totale: il danno economico sarebbe troppo pesante. Sempre secondo il quotidiano, anche la Fortitudo Bologna non avrebbe nessuna intenzione di giocare il derby del prossimo 22 novembre a porte chiuse.

Nel caso in cui si opti per uno stop, sarà a tempo indefinito e cioè fin quando la situazione sanitaria nazionale tornerà sui livelli di qualche settimana fa. Per ora, non cambierà nulla in Eurocup e nelle altre coppe.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy