OraSì Ravenna, presentato Daniele Cinciarini

OraSì Ravenna, presentato Daniele Cinciarini

Il veterano originario di Cremona ha firmato un contratto biennale con la squadra allenata da Coach Cancellieri

di Brenno Graziani

È stato presentato in mattinata alla stampa Daniele Cinciarini, uno dei nuovi acquisti dell’OraSì Ravenna 2020-2021, presso gli uffici del polo sanitario “Ravenna 33”, partner da otto anni del Basket Ravenna ed una delle certezze da cui vuole ripartire la società per la nuova stagione.

Ad aprire la presentazione è stato Gaetano Cirilli, presidente di Ravenna 33. Il presidente Cirilli si è detto fiero della collaborazione nata con il Ravenna Basket, che è andata sempre migliorando grazie alla forza e solidità della squadra, oltre all’organizzazione della società. La società stessa, assieme a Ravenna 33, è stata in grado di realizzare un modello organizzativo che garantisce al meglio la salute degli atleti.

Successivamente, la parola è passata al presidente dell’OraSì, Roberto Vianello, che ha parlato della ripartenza della stagione. Il presidente ha sottolineato che lo sport è spettacolo e divertimento, perciò non è favorevole ad una ripresa a porte chiuse o ad un numero limitato di spettatori, sottolineando che preferirebbe non ripartire, piuttosto che avere una serie di limitazioni dovute alla pandemia in corso. Inoltre, ha sottolineato che si sono adoperati per realizzare un roster di primo livello, riuscendo a far combaciare l’esperienza di alcuni giocatori, come Cinciarini stesso, con la gioventù di alcuni acquisti.

Dopo il presidente Vianello, a parlare è stato Daniele Cinciarini, neoacquisto OraSì. Cresciuto nel vivaio di Pesaro assieme al fratello Andrea, che milita all’Olimpia Milano, ha giocato in molte piazze importanti in Italia, come Roma, Biella, Avellino e la Fortitudo Bologna, squadra nella quale ha giocato nelle ultime tre stagioni, conquistando una promozione dalla A2 alla A1 (assieme al compagno Venuto, presente nel roster di Ravenna anche nella passata stagione) e giocando nel massimo campionato italiano nella passata stagione, registrando quasi 6 punti di media in 16 minuti sul parquet. Giocatore di grande esperienza, ha totalizzato oltre 300 partite nel massimo campionato italiano, oltre ad aver giocato in Eurolega con Roma (2006/2007) e Avellino (2008/2009). Vanta inoltre 32 presenze nella Nazionale.

Il giocatore ha dichiarato di essere molto felice di riprendere a giocare e di essere in una piazza come Ravenna, cresciuta molto nelle ultime stagioni, sia in termini di risultati, che in termini di entusiasmo da parte dei tifosi. Uno dei motivi per cui ha scelto Ravenna è Coach Cancellieri, conosciuto ai tempi di Biella. Ha inoltre affermato che, assieme ai compagni, cercano solo di pensare alla pallacanestro e di lasciare tutti i problemi esterni al di fuori del campo. Una aspetto molto importante per il neoacquisto è il mix fra giovani e veterani, con i primi che sono molto “affamati” di vittoria, sono motivati sin dall’inizio. Il veterano è inoltre rimasto molto colpito dall’organizzazione della società, cresciuta molto nell’ultimo periodo. Inoltre, ha affermato che non pensa ci sia troppa differenza fra A1 e A2: nel massimo campionato, ritiene sempre Cinciarini, c’è più tattica e fisicità, ma è certo che non avrà problemi a scendere (nuovamente) di categoria. Cinciarini ha dichiarato infine di voler essere il leader della squadra, di voler aiutare, assieme all’esperienza di Chiumenti e Venuto, i giovani a crescere, poiché sono ricchi di potenziale, per poter portare dei successi nel territorio romagnolo.

Infine, la parola è passata a Coach Cancellieri, il quale ha affermato che secondo lui ricominciare significa fare un anno completamente nuovo; rispetto all’anno scorso, l’obiettivo è tracciare una linea e fare un anno zero, come se fosse al primo anno sulla panchina del club romagnolo, a causa dell’anno scorso, incompiuto a seguito dello scoppio della pandemia tutt’ora in corso. La squadra è quasi completamente cambiata, solamente Venuto e Chiumenti sono rimasti, dopo la spettacolare annata scorsa. Il Coach vuole le stesse motivazioni e modalità di lavoro: ritiene che per essere forti bisogna ricominciare da zero, bisogna avere grande appeal per avere la possibilità di firmare giocatori del calibro di Cinciarini, ma ritiene anche che l’appeal deve essere conquistato sul campo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy