OriOra Pistoia Basket, parla Zabian Dowdell

OriOra Pistoia Basket, parla Zabian Dowdell

Il playmaker americano analizza la situazione dei toscani.

di La Redazione
Il protagonista di turno della consueta conferenza stampa di metà settimana dell’OriOra Pistoia è stato Zabian Dowdell, l’elemento più esperto del gruppo a disposizione di coach Carrea. È toccato dunque al play statunitense provare a spiegare il delicato momento che sta attraversando la squadra biancorossa: “Stiamo cercando di trovare il giusto equilibrio di squadra, sia in attacco che in difesa. È un problema che devono affrontare tutte le squadre, ma chiaramente è più facile per chi ha vinto qualche partita piuttosto che per noi che siamo ancora al palo. In più per tante settimane gli allenamenti sono stati condizionati dalle assenze e questo ha rappresentato una difficoltà ulteriore. Ci stiamo impegnando molto e credo che si siano visti miglioramenti di partita in partita: adesso sono sicuro che arriveranno delle vittorie, l’importante è che siano frutto del nostro lavoro e non del caso”.

Finora la squadra ha faticato a tenere la barra dritta nei minuti più complicati della partita: “Trovare l’equilibrio interno sarebbe anche la chiave per mantenere i nervi saldi nei momenti difficili nell’arco dei quaranta minuti, perché averlo significherebbe poter contare su punti certi come affidarsi a uno schema particolare o insistere su un certo tipo di difesa. Il coach e lo staff stanno impostando un ottimo lavoro, ho grande fiducia. Nelle ultime uscite abbiamo giocato bene per la maggior parte della partita: è un processo ancora in atto, ma abbiamo ancora un po’ di tempo. Chiaramente in tutti noi c’è un pò di frustrazione: dobbiamo incalanarla positivamente per risolvere velocemente i nostri problemi. Credetemi, non siamo lontani a trovare il bandolo della matassa”.

Dalla sconfitta a testa alta contro la Fortitudo alla prossima sfida interna con Trieste: “Il calo nel finale a Bologna non è dovuto a un fattore fisico, abbiamo perso un po’ il focus sulla gara e abbiamo pagato cara la nostra fragilità mentale. D’altronde non è facile vincere in trasferta in campi caldi contro squadre forti e di talento. La sfida contro Trieste rappresenta una grande occasione per noi: specialmente dopo la brutta sconfitta casalinga con Roma abbiamo grande voglia di rivalsa, siamo carichi e non vediamo l’ora di giocare di nuovo al PalaCarrara. Sarà importante stare sul pezzo per tutti i 40 minuti, consapevoli che la partita non potrà avere sempre la stessa faccia e che dovremo rimanere compatti nelle fasi più complicate”.

Ufficio Stampa A.S. Pistoia Basket 2000
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy