Pesaro-Brindisi, la sala stampa: le parole di Leka e Dell’Agnello

0

Così l’allenatore ospite Sandro Dell’Agnello: “Siamo stati la copia sbiadita della squadra vista con Avellino o Venezia. Abbiamo concesso troppa fiducia a Pesaro nel secondo quarto. Poi nelle partite punto a punto decidono degli episodi: noi abbiamo sciupato due contropiedi con falli in attacco. Pesaro ha meritato la vittoria, niente da dire. Il nostro normale piglio non è quello di oggi, non so se ha a che fare col fatto che giocavamo in trasferta. Abbiamo pagato i falli di Lallane che ha potuto giocare solo 20 minuti”.

Parola a Spiro Leka, coach della VL: “Abbiamo espugnato l’Adriatic Arena, ci pesava troppo non aver vinto mai qui. È stata una settimana tosta, avevamo visto brutte facce a Capo d’Orlando, i ragazzi avevamo una pressione fortissima su di loro. Ottima difesa nel secondo tempo, abbiamo cercato accoppiamenti particolari. È arrivata più fisicità, Moore ha trovato il suo ritmo e Mika è stato più deciso nel pick and roll. Dovevamo per forza muovere la classifica. Noi siamo questi, non voglio sentire discorsi su chi manca o chi deve venire: volevo cambiare Moore ma lui mi ha bloccato e mi ha detto “Coach, io ci sono”. Quello che voglio sottolineare è che nel secondo tempo abbiamo subito solo 29 punti. Loro, non avendo veri e propri pivot di ruolo hanno sofferto Mika e Omogbo. Nel primo tempo eravamo sfasati nel nostro timing offensivo, poi è migliorata la qualità dei passaggi e questo ha inciso sull’efficacia dell’attacco. Abbiamo limitato le palle perse (10), a parte il primo quarto abbiamo avuto una faccia da battaglia”.

Ufficio Stampa VL

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here