Pesaro-Sassari, la sala stampa: le parole di Repesa e Pozzecco

Queste le parole dei due allenatori dopo l’esordio di campionato, giocato in una VitriFrigo Arena a porte chiuse

di Alessandro Kokich

A fine gara Coach Jasmin Repesa commenta il match contro il Banco di Sardegna Sassari: “Hanno meritato la vittoria, non sono soddisfatto perché è vero che Sassari è una squadra più atletica rispetto a noi ma subire 95 punti giocando in casa. Questo non va bene, abbiamo subito troppi canestri e molti punti con passaggi facili. La difesa non è stata del livello necessario per vincere contro una squadra come Sassari. Questo non ci ha permesso di vincere, la difesa non è stata connessa e nemmeno fisica. Non ci sono stati tagliafuori e non abbiamo tenuto l’uno contro uno. Serve molta più aggressività per impedire all’avversario di muovere la palla”.

Ufficio Stampa Carpegna Prosciutto Basket Pesaro

Così invece Gianmarco Pozzecco: “Siamo estremamente contenti perché consapevoli di aver vinto su un campo difficile contro una squadra allenata da un maestro come Repesa, sono felice di poterlo dire dopo i complimenti ricevuti da parte sua nei giorni scorsi. Ho palesemente visto una Pesaro diversa da quella delle ultime edizioni, una squadra allenata da un maestro, lo ribadisco, con giocatori che sanno cosa devono fare e possono tranquillamente eseguire tutto quello che il coach dice loro di svolgere in campo”. Prosegue il tecnico biancoblu: “Siamo contenti perché abbiamo giocato contro una squadra di altissimo livello, all’inizio della partita insieme allo staff e a Stefano Gentile abbiamo deciso di non farlo giocare e di non rischiarlo. Sono decisioni sempre un po’ complicate, secondo me è stata azzeccata indipendentemente dal risultato della partita che chiaramente conferma la bontà di questa scelta. Chiaramente giocare senza Gentile e Tillman mi mette nella condizione, per l’ennesima volta, di ringraziare i miei giocatori. Sono estremamente contento dell’apporto e dell’approccio che ha avuto Treier, sono estremamente contento del ruolo che si sta ritagliando Jack Devecchi, sono estremamente contento che la nostra squadra abbia avuto la forza di arginare gli ottimi primi due quarti di Pesaro, di finire il secondo quarto a ridosso della VL, nel terzo quarto rimanere in partita e nel quarto quarto fare le giocate giuste, d’esperienza, di consapevolezza, di unità di intenti. Ero preoccupato prima della gara proprio perché siamo un cantiere aperto però credetemi sono molto felice e voglio ringraziare lo staff, i giocatori, la società perché io forse più di tutti avevo bisogno di questa vittoria”.

Ufficio comunicazione Dinamo Banco di Sardegna

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy