Pesaro-Varese, sala stampa: le parole di Caja e Galli

Pesaro-Varese, sala stampa: le parole di Caja e Galli

Le parole di coach Attlio Caja e “Cedro” Galli al termine di VL Pesaro-Pallacanestro Openjobmetis Varese

di La Redazione

Ecco le parole di coach Attlio Caja al termine di VL Pesaro-Pallacanestro Openjobmetis Varese:

«Le partite sembrano facili solo dopo averle giocate. La verità è che abbiamo vinto perché abbiamo giocato bene, soprattutto per quel che riguarda il ritmo che abbiamo imposto alla partita. Abbiamo concesso a Pesaro qualche tiro veramente complicato da realizzare ma alla lunga abbiamo meritato perché abbiamo fatto un eccellente lavoro di squadra per il quale devo fare i complimenti ai miei giocatori. Contrariamente dalle altre partite in trasferta, questa sera, oltre alla solita nostra difesa, abbiamo trovato anche delle buonissime percentuali da 3 punti. Siamo felici di essere secondi, ma dobbiamo sempre guardarci indietro. Non per fare i falsi modesti, ma noi sappiamo chi siamo e da dove veniamo; abbiamo raggiunto un traguardo importante come quello delle Final Eight, ma da domani penseremo alla prossima partita buttando sempre un occhio a chi ci insegue e lavorando duramente con la speranza di finire il campionato nella migliore posizione possibile. Se ad inizio stagione ci avessero detto che a fine anno saremmo stati in questa posizione probabilmente avrei consigliato loro un ottimo dottore. Questa è la testimonianza di quanto il lavoro quotidiano fatto bene possa portare a delle grandissime soddisfazioni». Sito Uff. Pall. Varese

Parola a Massimo Galli, allenatore della Vuelle: “Nei primi due quarti siamo stati in partita, ma all’inizio del terzo quarto abbiamo subito un 8-0 di parziale e ci siamo lasciati andare, sia in difesa che in attacco: abbiamo smesso di giocare di squadra. Dovremo resettare tutto, l’approccio difensivo dovrà essere più duro, l’aspetto mentale va di pari passo con quello tecnico. In venti giorni abbiamo subito cinque sconfitte, non ci sono scuse e giustificazioni: potrei fare mille ipotesi ma il problema vero è la perdita di fiducia. Quando andiamo sotto prevale l’istinto, che nasce dall’inesperienza più che dall’egoismo. Ora avremo tre scontri diretti con Reggio Emilia, Torino e Pistoia: ho chiesto alla squadra maggiore compattezza e positività”, ha detto il coach. Sito Uff. VL Pesaro

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy