Pistoia-Cremona, le pagelle. Benissimo Johnson e Rich, male Wanamaker e Tripkovic, disastrosi Daniel e Kelly.

0

GTG PISTOIA Johnson 8 MVP : realizza la sua prima doppia doppia italiana (18 punti, 10 rimbalzi). Tira tanto, con una buona precisione (9/16) e giganteggia a rimbalzo. Washington 7,5: bene da 3, lotta e conquista ben 6 falli, conquista il pubblico di casa con una schiacciata spettacolare. E’ lui che nell’ultimo quarto toglie le castagne dal fuoco a Pistoia. Galanda 7: Una sicurezza, capitano e trascinatore dei biancorossi seppur non nella sua miglior serata da 3. Rimbalzi decisivi e tanto carisma: il solito Gek, quando conta lui c’è. Meini 6,5: metronomo silente della prestazione pistoiese, non ha punti nelle mani ma fa girare i suoi (3 assist) facendo quello che stasera non fa Wanamaker. Guida lui la barca biancorossa, anche quando il compagno la abbandona. Cortese 7: la partenza in quintetto gli da fiducia, fa quello che Moretti gli chiede con ordine. Va addirittura oltre, mettendo uno spettacolare buzzer beater sulla sirena del terzo quarto, mettendo la bomba più difficile di quelle tentate. Gibson 5,5: un po’ fuori dal gioco per 35’. Realizza 3 assist e nella fase calda del match mette due liberi e conquista un pallone fondamentale. Dalla guardia titolare, però, Moretti si aspetta ancora molto di più. Daniel 5: si sveglia solo a sprazzi nell’ultimo quarto, aiutando Washington a trascinare i suoi, peccato che la partita duri 4 quarti e negli altri 3 appaia spaesato, goffo e molle nel pitturato. Wanamaker 5,5: Lento e prevedibile nell’impostare, impreciso e caotico in fase realizzativa, troppo falloso. Ha in più la colpa di lasciare i suoi senza play titolare nel momento decisivo. VANOLI CREMONA Rich 7,5: Per larghi tratti del match, sembra essere l’unica vera arma cremonese, tanti punti e iniziative in solitaria, Pistoia non lo tiene e lo subisce anche a rimbalzo (doppia doppia anche per lui, con anche 4 assist) Jackson 6,5: con Pistoia da sempre il meglio di sé, aiuta Rich. Non sono certamente i suoi, i punti che mancano a Cremona, anche se è impreciso da 3. Bene dalla media. Woodside 6: non preciso al tiro, un po’ meglio in fase costruttiva di gioco. Spralja 6: è l’unico insieme a Jackson ad aiutare Rich, seppur tirando con poca precisione. Kalve 5,5: fa a sportellate con Galanda, uscendone con le ossa rotte. Tira poco, impalpabile a rimbalzo. Tripkovic 5: paga l’esordio offrendo una prestazione scialba. Ndoja 6: l’esperienza e il carisma, seppur in una serata mediocre, gli valgono la sufficienza. Kelly 4: completamente fuori dal gioco cremonese (-5 eloquente di valutazione), il problema è che per lui non era l’esordio.