Pronto riscatto di Caserta, battuto il Bnei Herzeliya 90-60

0


La finale per il terzo e quarto posto del Memorial Pentassuglia, ha visto Caserta affrontare in Bnei Herzeliya. Nella semifinale giocata ieri, Caserta è parsa un po’ indietro con la preparazione atletica, un gruppo ancora non perfettamente amalgamato e un po’ sulle gambe. La partita inizia nel migliore dei modi per Caserta, discreta circolazione di palla, quasi sempre riesce a trovare la migliore soluzione, sugli scudi Sam Young, trascinatore della squadra. In fase difensiva da rivedere entrambe le squadre. Un secondo quarto un po’ confusionale, alti e bassi da una parte e dall’altra, diverse forzature da parte del Bnei. Segnali incoraggianti da Vitali, anche se ogni tanto eccede nel cercare giocate leziose, e sopratutto da Howell, concreto sia in post basso che sul tiro dalla media, qualche passo in partenza di troppo per Young. Sono stati evidenti i limiti del Bnei, difesa inesistente, e sopratutto il perché Selby si trova in una squadra di bassa classifica Israeliana. Niente da dire in fase offensiva, anche se alcune volte sembra eccedere e forzare troppo, ma in fase difensiva è un giocatore troppo remissivo, svogliato, spesso in ritardo, perde l’uomo e concede facili contropiedi. Caserta sembra essere sulla strada giusta, decisamente un passo in avanti è stato fatto rispetto la prima partita del torneo, la squadra è sembrata più unita, si sono visti movimenti più fluidi in avanti. Gaines sembra essere un buon terminale offensiva, Moore difende, smista assit, tira quando c’è da tirare. Mvp Basketinside Frank Gaines, autore di 23 punti, con buone percentuali al tiro e ottimi giocate, buona anche la prestazione di Sam Young, per lui 21 punti, tante buone iniziative in entrata, falli subiti, tiri da tre punti, e qualche giocata anche in post basso.

CRONACA

Primo quarto: pronti via e Young colpisce subito dall’angolo, piede sulla linea e canestro assegnato da 2 punti. Botta è risposta dalla linea dei tre punti, a Ebank risponde prontamente Scott. Sam Young cerca spesso la soluzione personale, un canestro in entrata, un errore, un infrazione di passi in partenza, un entrata culminata con schiacciata e una tripla per lui, 15-11 quando siamo a metà del primo quarto. La difesa dello Bnei è vistosamente da rivedere, Caserta cerca di allungare e trova l’ennesimo canestro, tiro da 3 punti messo a segno per lui, Caserta va sul +7 e costringe il Bnei al timeout. Nel finale di quarto, sia Caserta che il Bnei vanno un po’ in confusione, palle recuperiate ed errori in attacco, da un lato e dall’altro, Caserta perde due ghiotte occasioni, il quarto termina 24-19 a favore di Caserta.
Nel secondo quarto la partita non decolla, errori da entrambe le parti, Moore inventa un canestro in entrata, Howell in post basso, usa bene il piede perno e appoggia il pallone nella retina, dopo 4 minuti Caserta riallunga, 31 a 21. Ottima iniziativa di Vitali, prima effettua uno split che lo libera da due difensori, poi in entrata passa la palla a Young che subisce fallo, per lui un 2 su 2, 38-25 e massimo vantaggio per Caserta. Due errori per Caserta, prima Vitali cerca un passaggio lezioso, palla recuperata da Selby che parte subito in contropiede e appoggia facilmente a canestro, poi dopo una forzatura, un altro contropiede per il Bnei e due tiri liberi messi a segno, 39-29 e finisce il secondo quarto.
Terzo quarto: Caserta rientra dagli spogliatoi molle in difesa, ne approfitta Ebank che mette a segno tre canestri consecutivi. Non è da meno il Bnei, sia in fase difensiva, dove concede molto spazio ai giocatori di Caserta, che in attacco, dove si affida alle giocate individuali e all’estro degli unici due giocatori di talento, Ebank e Selby, gioco di squadra zero. Assist di Moore per Scott che, con un tiro in sospensione dalla media, mette a segno due punti, 53-42 a 5 minuti dalla fine del quarto. Luci e ombre per Gaines, ottimo palleggio e step back in avanti, mentre dall’altra parte del campo, prima un errore, poi un fallo. A due minuti dal termine del quarto, Vitali rimedia una brutta botta al ginocchio, si spera nulla di grave, 59-46. Nel finire del quarto, Gaines si scalda e mette a segno due triple, un Bnei ormai troppo remissivo, sembra aver mollato, 67-49 alla fine del terzo quarto.
Quarto quarto: La partita inizia a perdere di interesse, anche Caserta sembra aver perso la concentrazione, c’è spazio per Sergio, per lui due canestri consecutivi, prima un jumper dalla media, poi un tiro da tre punti. A tre minuti dal termine della partita, scorrono i titoli di coda, Caserta ormai prende il largo e si porta sul +29. 92-60 al termine della partita, Caserta riscatta la partita opaca di ieri. A breve i tabellini.
Pasta Reggia Caserta – Bnei Herzeliya 90-60 (24-19, 15-10, 28-20, 25-11)
Pasta Reggia Caserta: Gaines 23, Young 21, Mordente, Howell 13, Vitali 5, Tommasini, Michelori 1, Sergio 5, Moore 10, Scott 14.
All. Molin
Bnei Herzeliya: Levizky, Moscovitz, Halamish 1, Siboni 2, Collier 3, Zelkowitz 3, Ohanon 4, Blayzer 7, Rolle 5, Selby 21, Ebanks 14.
All. Katzurin