Reggio Emilia- Caserta, le pagelle: Cinciarini favoloso, Polonara superlativo, per Caserta si salva solo Antonutti

0

REGGIO EMILIA Cinciarini 8: E’ il metronomo dell’attacco Reggiano, fa sempre la cosa giusta, tira quando c’è bisogno di tirare (facendo anche quasi sempre canestro) e smazza ben 10 assist per i compagni. Partita sontuosa! Mussini 6: Non tra le migliori uscite per il giovanissimo Italiano. Il classe ’96 tira malino dall’arco ma dimostra ancora una volta di tutta la leadership della quale dispone. Non sarà stata questa la sua partita, di sicuro avrà un futuro roseo alle sue spalle. Polonara 7.5: E’ tornato Polonair. Grandissima prestazione in 22 minuti di utilizzo col 100% al tiro, 3 falli subiti e due rimbalzi. Di importanza capitale il suo apporto alla causa se Reggio vuole raggiungere traguardi importanti. Della valle 7: Diligente, ordinato ed efficiente. Non inizia al meglio ma decide di carburare man mano, tira con ottime percentuali e gestisce al meglio tanti possessi offensivi casalinghi. Vitali sta ancora cercando di difendere sul suo crossover. Pechachek 6: Gioca per niente nel primo tempo, entra in campo quando i giochi sono già scritti. 5 punti ed un rimbalzo ad arricchire il proprio tabellino. Pini 7.5:  E chi se lo sarebbe mai aspettato? Grandissima prestazione del centro italiano. Mette in difficoltà Ivanov a rimbalzo e rolla che è una bellezza. Un moto perpetuo che infastidisce in modo continuo la difesa bianconera. Kaukenas s.v.: Va a referto ma non scende in campo l’ex Siena, per lui ancora troppi problemi fisici. Reggio, però, ovviamente, lo aspetta a braccia aperte. Cervi 6: Non una favolosa partita per il centro titolare Reggiano. Inizia bene con un paio di schiacciate ma finisce per spendere troppo presto i suoi 3 falli. Dominante quando è in campo, tira giù 8 rimbalzi tra cui ben 3 offensivi. Silins 5.5: Forse una delle poche note stonate della giornata per Reggio Emilia. Sta in campo 22 minuti ma si nota poco, in attacco è poco incisivo e tira molto male dal campo, prova a ricambiare il tutto con tanta intensità e voglia di fare ma da lui ci si aspetta ben altro. Diener 8: E’, con Cinciarini, l’MVP della partita. tirando in modo favoloso e smazzando ben 5 assist. Non prende tiri folli come suo solito, anzi ogni conclusione è ben costruita e, anche per questo, finisce col 100% da 2 ed il 75% da 3. Rovatti s.v.: Sta solo due minuti sul parquet nel Garbage Time, riesce anche ad andare a bersaglio, dargli un giudizio è però improbabile. JUVECASERTA Antonutti 6: E’ l’unico sufficiente, il giocatore proprio ex Reggio è l’unico a trovare il canestro con continuità, soprattutto dalla lunga distanza. Ma, da copione, non dovrebbe essere lui a prendere tutti questi tiri. Scott 5: Tra i migliori con Antonutti, ha buone percentuali dalla lunga ma, come al solito, è poco presente all’interno dell’area soprattutto difensivamente. Il tiro da 3 non basta. Moore 4: Indecente. Non crea nulla nè per la squadra, nè per sè stesso. A tratti è un fantasma, la sua riconferma rimane tra gli irrisolti misteri di questa stagione. Vitali 3: Fare peggio di Moore? Si può, chiedere a Michele Vitali. Basterebbero i numeri per riassumere brevemente la sua serata, 0 punti e 0/5 al tiro. Tommasini 5: 19 minuti per lui, anche se la maggior parte sono di Garbage Time, poco incisivo e poco presente all’interno dell’attacco bianconero, in difesa non riesce a tenere praticamente nessuno. Ivanov 5: Tanti falli subiti, tanta energia, tanta voglia, ma le difficoltà sono evidenti. Battaglia con Cervi ed il più delle volte ha la peggio. Comunque tra i superstiti di questa disastrosa spedizione. Avramov 4: Una tripla in avvio, e poi? E’ probabilmente tra gli acquisti più sbagliati dell’anno, doveva essere una guardia tiratrice, per ora è meglio se sta in panchina. Tessitori s.v.: Solo 4 minuti di utilizzo e due punti a referto. Dare un giudizio è troppo complicato per un giocatore che ha avuto solo un breve cameo sul parquet. Michelori s.v.: Stesso discorso, entra in campo, lotta, due liberi sbagliati e due punti a referto. Ma i minuti giocati sono 5, non si può dare un voto. Mordente 4,5: Da capitano prova a trascinare i suoi soprattutto nella parte finale del secondo quarto, gli assist sono 4, la leadership c’è ma mancano le gambe. Capin 3: Anche lui tra gli acquisti sciagurati, entra, spara e va a sedersi di nuovo in panchina. Il suo apporto alla squadra è totalmente insufficiente, tanto da farsi preferire Moore…