Reyer Venezia, Sasha Vujacic arriva in Laguna: “Amo le sfide e amo vincerle”

0
FONTE : UFF. STAMPA REYER VENEZIA MESTRE

Carico e pieno di motivazioni: Sasha Vujacic arriva a Venezia con tanta voglia di fare bene e portando con sé quella mentalitá vincente acquisita nel corso della sua importante carriera. Le prime dichiarazioni di rito spettano al direttore sportivo Federico Casarin: “Intendo rivolgere un paio di ringraziamenti: il primo a Sasha per aver accettato la nostra proposta, il secondo al presidente Brugnaro per aver impreziosito il roster con un aggiunta di valore confermando ancora una volta quanto creda nel progetto Reyer. La trattativa – continua Casarin – è stata molto breve, un’opportunitá da cogliere al volo.” Riguardo al roster il ds lagunare conferma che non ci saranno altre modifiche: “Abbiamo grande fiducia nel gruppo e nel coach. Spetterà a Markovski decidere chi meriterà di andare a referto all’interno di una sana competizione durante gli allenamenti settimanali.” Tornando all’accordo con Vujacic, il dirigente afferma che “il contratto ha una validità fino al termine della stagione ma potrà sussistere, nel caso, la disponibilitá di poter prolungare.”

Prende successivamente la parola il protagonista della giornata, Sasha Vujacic (vestirà la canotta n°9): “Dopo la parentesi in Turchia, quest’anno volevo tornare in Nba e in estate avevo escluso qualsiasi trattativa con club europei. Purtroppo non è andata come mi aspettavo, appena mi è stata prospettata l’offerta di Venezia e ho saputo chi fosse il suo allenatore, non ho esitato. Nutro profonda stima nei confronti di Markovski e lo reputo uno dei migliori per le sue conoscenze che ha del gioco.” Oltre al coach, un’altra figura importante è stata Mauro Sartori, team manager della Reyer: “Conosco bene Mauro, ero suo compagno di stanza a Udine. Mi sembra di essere tornato a casa, sono molto emozionato.” Tornando alla lunga avventura in Nba, il 30enne sloveno dichiara che “conquistare due anelli è stato eccitante, ai Lakers ho imparato che vincere aiuta a vincere e io amo le sfide”. La nuova guardia dell’Umana ha giá avuto modo di conoscere il presidente Brugnaro che lo ha impressionato per “l’entusiasmo e l’allegria” ed in riferimento a questa parte finale di stagione si augura che “il pubblico possa diventare a tutti gli effetti il 6° uomo per provare a raggiungere piú traguardi possibili. Non vedo l’ora di scendere in campo e giocare per questo team.” Infine, la parola va a coach Markovski: “Sasha ci porterá entusiasmo e mi auguro possa diventare in futuro l’uomo-franchigia di questa società: sarebbe bello in futuro accomunare il nome di Vujacic al progetto Reyer”.

Dal punto di vista tecnico, l’allenatore macedone è convinto che “l’innesto di Vujacic dará tantissima qualitá e fara crescere la competizione. Sará un piacere scegliere i migliori da mandare in campo. Siamo contenti – chiude Markovski – che Taylor abbia dato segnali nelle ultime due partite e che Linhart stia dimostrando di poterci stare a questi livelli.” Come confermato dal ds Casarin, Vujacic sará a disposizione già a partire dalla trasferta di Avellino: sono infatti state giá avviate le pratiche burocratiche per depositare il contratto in tempo utile.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here