Road to F8 2017 – Pietro Aradori “A Rimini tutto è possibile”

Il capitano della Pallacanestro Reggiana, al suo rientro dopo l’infortunio, è sicuro che i biancorossi faranno una buona Final Eight di Coppa Italia ed il risultato non è poi così scontato…

di Maurizio Rossi

Quinta Final Eight consecutiva per la Grissin Bon e come è successo l’anno scorso non si presenta nel suo momento migliore, visto i tanti infortuni di questo ultimo periodo ed il cambio di rosters che ha interessato la componente straniera della squadra. Chi sarà della manifestazione è il capitano Pietro Aradori, anch’esso appena rientrato, che con questa raggiunge le 7 partecipazioni.

Aradori la Pallacanestro Reggiana come affronterà la fase finale di Coppa Italia?

<< La affronteremo al massimo delle nostre potenzialità, consapevoli che veniamo da un periodo di sconfitte che sono coincise con i molti infortuni che abbiamo avuto. Abbiamo fatto fatica ad allenarci  essendo in pochi e questo ha portato a sconfitte  che non ci aspettavamo ma nella situazione in cui eravamo non potevamo far di più. Adesso però veniamo da una buona vittoria in casa ed una bella vittoria in quel di Venezia contro una ottima squadra, questo ci dà morale per affrontare al meglio queste Final Eight.>>

Il fatto di aver cambiato qualcosa nell’ultimo periodo potrà essere un vantaggio o uno svantaggio?

<< Secondo me il fatto di avere nuovi innesti è positivo in quanto ti costringe a lavorare di più in palestra per cercare di conoscersi meglio, certo Kaukenas conosce bene il nostro sistema di gioco perciò lui sarà facilitato, poi abbiamo  Reynolds che nonostante sia arrivato da poco si sta inserendo bene ma toccherà a noi cercarlo di farlo rendere al meglio. Credo che possiamo fare una buona partita essendo una gara da dentro o fuori, lotteremo alla morte per guadagnarci la semifinale.>>

L’avversario nei quarti è Capo d’Orlando, probabilmente la squadra più informa del momento.

<< Sicuramente è la squadra rivelazione del campionato, hanno trovato il giusto equilibrio e se si sono guadagnati questa fase finale è sicuramente meritato. Vengono da un ottimo periodo ma in gare secche come queste tutto è possibile, ci vuole un attimo per girare l’inerzia della gara a nostro favore o oppure perderla e perciò bisognerà stare molto concentrati perché il nostro obbiettivo è andare in semi finale e giocarcela.>>

Dopo alcuni si ritorna a giocare in campo “neutro”, pensa che Milano sia comunque sempre più forte o ci possa essere qualche sorpresa?

<< Io credo che Milano rimanga comunque la favorita, però in una competizione in cui non c’è domani può succedere di tutto, poi il fatto di giocare a Rimini lo ritengo una ottima iniziativa e sicuramente ci sarà un buono spettacolo che porterà anche tanti spettatori. A Milano negli ultimi anni non sempre è stato rispettato il fattore campo però giocano in un campo neutro questo mette tutte le squadre sullo stesso piano ed alla fine vincerà quella squadra che riuscirà ad interpretare meglio le gare.>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy