ROAD TO F8 2018 – Marcus Landry: “A Firenze per dimostrare chi siamo”

Marcus Landry, ala della Germani Basket Brescia Leonessa, racconta come la squadra si sta preparando in vista del grande evento: le Final Eight di Coppa Italia di Firenze

di Silvia Castrezzati

L’inizio di Brescia in questo campionato è stato straordinario e la qualificazione alle Final Eight di Coppa Italia è arrivata con largo anticipo rispetto alle aspettative. Approdate a Firenze come secondi classificati: quali sono i vostri obiettivi?

Il nostro obiettivo è arrivare a Firenze e fare del nostro meglio. E’ una grande occasione per noi, la nostra vetrina per dimostrare a tutti che la nostra squadra di stoffa ne ha da vendere, con giocatori in grado di giocare a questi livelli e vincere. Varrà la regola che guida ogni nostra partita in campionato: pensare ad una gara per volta.

La Coppa Italia è una competizione particolare, diversa dalle solite partite che si è soliti affrontare in campionato, perchè tutto è deciso nell’arco dei 40 minuti. E’ una gara da in or out…

Sicuramente è un tipo di gara diverso: bisognerà arrivare preparati sia mentalmente, per affrontare questo tipo di incontri particolari, sia tatticamente. Arriveremo tutti preparati, abbiamo un sacco di ragazzi forti e che sono già stati in questo tipo situazioni, quindi sapremo affrontare il torneo. 

Il primo avversario di Brescia in questa competizione sarà la Virtus Bologna, squadra già incontrata in campionato (Brescia vinse di un solo punto a 2” dal termine con un canestro di Luca Vitali, ndr). Che tipo di squadra pensi di trovarti di fronte e come potrete contrastarla?

E’ una squadra davvero solida e di talento, che abbiamo battuto a pochissimi secondi dalla fine e questo spiega quanto la gara fosse equilibrata e difficile da gestire. Mi aspetto un gruppo in forma e che voglia a tutti i costi riscattarsi da quella gara persa per un soffio. Noi li affronteremo consapevoli di quanto la partita sarà dura. Saremo duri anche noi.

Quest’anno Brescia si è imposta come una delle squadre per eccellenza in questo campionato, dando prova di non puntare sulle individualità, ma è un gruppo in cui ciascuno dà il proprio contributo. Ad emergere è sempre la coralità e lo sforzo all’unisono: è questo il segreto del vostro successo?

Sicuramente. Ogni buona squadra ha uno spirito collettivo molto vivo, lontano dall’affidare le responsabilità a qualcuno in particolare, ma ci si dividono i compiti. Brescia è così: siamo come fratelli, lottiamo insieme ed è proprio questo che ci rende speciali.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy