San Bernardo-Cinelandia Cantù-Germani Brescia: le pagelle

San Bernardo-Cinelandia Cantù-Germani Brescia: le pagelle

Desio, Brescia si conferma la quarta forza del campionato espugnando il PalaDesio grazie ad un terzo quarto in cui prende un vantaggio decisivo e resiste poi all’orgoglioso tentativo della San Bernardo-Cinelandia di rientrare in partita.

di Carlo Perotti

SAN BERNARDO CINELANDIA Cantù

Young 5: in una partita ad alto livello di testosterone lui in pratica non esiste, come spesso gli accade ha un body language da perdente, sinora la sua stagione è da Big If,

Procida : ne

Wes Clark

Clark 7.5: parte con tre triple, di cui una con fallo annesso, segno della nuova fiducia con cui gioca da un mese a questa parte ed alla fine del primo quarto ha già 14 punti nel carniere ma quando Brescia riesce ad arginarlo in pratica pare finita la partita della San Bernardo-Cinelandia ma sarà l’ultimo ad arrendersi assieme a Burnell, ad un minuto dalla fine esce per una distorsione alla caviglia, che dalle prime analisi non pare grave. 23 punti con 7 su 15 dal campo e 5 assist.

La Torre sv: entra nella ripresa giocando da 4 ma senza incidere.

Hayes 6+ non smette mai di lottare nonostante la difficoltà di affrontare avversari esperti nelle battaglie in area, 11+6 il suo fatturato.

Wilson 5: comincia con due triple piazzate ma in attacco sostanzialmente si limita a quello non attaccando mai il ferro.

Ragland 6.5: su di lui Brescia difende molto bene e – a parte qualche magata – non incide come nelle altre uscite, nel finale la squadra si mette nelle sue mani ma un suo tiro che stava entrando viene spazzato via dal ferro da un giocatore bresciano.

Burnell 7+: con una schiacciata nel traffico esalta il PalaDesio ed una magia, canestro cadendo a terra, tiene viva Cantù a fine primo tempo ed è il protagonista della rimonta finale, anche lui – come tanti suoi compagni – si deve portare a casa da questa gara un piccolo utile bagaglio di esperienza oltre a 15 punti e tanta energia per una delle più belle sorprese di questa prima parte di stagione.

Baparapè : ne

Simioni 5.5: segna un bel canestro in semigancio, a rimbalzo non è un fattore.

Rodriguez 5.5: lavora bene in difesa, in attacco pare esser indietro un giro

Pecchia 6+: litiga per parecchia parte della gara col problema dei falli, quando è riuscito a stare in campo ha giocato col noto e classico ardore.

all. Pancotto 6: punta presto sul quintetto lungo con Burnell da tre per arginare Abass e trova un parziale di 7-0, ad inizio secondo quarto poi dopo un fallo in attacco fischiato a Pecchia, si prende un tecnico da vecchia volpe dei parquet. La sua Cantù lotta ma il divario fisico, tecnico e di esperienza pare una montagna ardua da scalare, Brescia è semplicemente superiore specie se gioca con questa fiducia ma peccato per quel terzo quarto in cui la sua squadra ha smesso di crederci pur provando nell’ultimo quarto a rientrare con ardore.

 

GERMANI Brescia

Zerini 6.5: tanta esperienza.

Warner 6: fisico compatto, il suo gioco si basa sulla zingarata in entrata

Abass 8: da cineteca la schiacciata in reverse dalla linea di fondo e dopo 8 minuti è già in doppia cifra poi difende bene su Ragland, di tutte le sue partite da ex questa è la migliore per maturità e rendimento, alla fine 20 punti 8 su 8 ai liberi ed 8 rimbalzi oltre che una gran difesa sulla stella dei brianzoli.

la difesa bresciana

Cain 6.5: il verticale Hayes spesso soffre i suoi movimenti offensivi, che da sempre adoriamo, peccato per i molti errori dalla lunetta (2 su 6)

Vitali 7+: visioni di passaggi celestiali (7 assist) ormai lo si conosce per pregi e difetti. Mette una tripla decisiva a 3’ dalla fine.

Laquintana 6.5: dà quello che deve dare un back up della point guard titolare, ormai una certezza

Lansdowne 6.5: parte bene con un paio di bombe ben prese ed ha un flow nel tiro molto bello da vedere ma pare un giocatore un po’ timido.

Silins 6: un buon cambio che porta la ben nota capacità nel tiro piazzato

Guariglia : ne

Moss 7: come sempre bordate di fischi per lui, Esposito lo mette presto alla caccia di Clark per oscurargli la vista del canestro ma segna anche alcuni dei suoi classici tiri dalla media distanza, 10 punti ma soprattutto la museruola a Clark per fermare lo sprint iniziale di Cantù.

Sacchetti 6+: enorme esperienza, sempre ai limiti nei contatti difensivi, mandando spesso fuori giri Burnell nel primo tempo. Pasticcia un po’ al tiro (2 su 8 da 3) eccetto per la tripla che decide la contesa.

all.Esposito 7: punta a giocatori più alti ed atletici per limitare i due folletti biancoverdi Clark e Ragland, la sua Brescia non è una Lamborghini ma certamente una solida BMW in grado di seguire le prime tre della classe (Milano, Virtus Bo e Sassari) grazie ad un bel mix di esperienza, fisicità ed intensità.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy