San Bernardo Cinelandia Cantù – Happycasa Brindisi: le pagelle

San Bernardo Cinelandia Cantù – Happycasa Brindisi: le pagelle

Brindisi, al termine di una splendida tenzone, vince al PalaDesio 93-92 contro una Cantù che conferma la sua netta crescita

di Carlo Perotti

SAN BERNARDO CINELANDIA Cantù

Young 5.5: entra dalla panchina e segna due floater molto complessi ma alla fine giocherà solo 8’ nel primo tempo senza farsi notare anche perché Burnell dà ben altra energia.

Procida : ne

Wes Clark

Clark 8.5: uno dei due ex di turno, segna tutti i primi canestri di Cantù, sguscia da tutte le parti della difesa pugliese chiudendo il primo tempo con 15 punti poi continua a segnare sino alla distorsione alla caviglia sinistra a 1’30” dalla fine, esce per farsi vedere dallo staff medico e rientra subito da vero guerriero. Comincia l’overtime con 5 suoi punti ma il suo tiro decisivo viene stoppato dopo aver battuto brillantemente il suo uomo. Termina con 30 punti 11-22 al tiro, 3-10 da tre e 8 rimbalzi.

La Torre 5.5: schierato come ala di raccordo sia da 3 che da 4 sbaglia un paio di tiri aperti da tre punti.

Hayes 6+: nel primo tempo ha troppo presto problemi di falli e gioca solo 6 minuti, il suo rientro nel secondo tempo cambia il volto a Cantù con 12 punti e 7 rimbalzi. Peccato per un banale errore sotto canestro nei supplementari che avrebbe probabilmente deciso la partita.

Wilson 6+: nel primo tempo è l’unica continua alternativa offensiva a Clark poi cala la sua precisione al tiro (4 su 12 dal campo e 1 su 6 da tre)

Ragland 6-: reduce da una settimana vissuta con qualche acciacco, nel primo tempo sonnecchia e gioca con troppa flemma, trova poi un paio di fiammate nel finale dei regolamentari ma sbaglia una tripla aperta che uno con la sua mano non dovrebbe fallire

Burnell 7: fa letteralmente a sportellate con Martin in un duello di grande fisicità, con quella fascetta nera fa tanto giocatore degli anni ’70 – uno da Kentucky Colonels o Virginia Squires della defunta ABA per intenderci – e non fa mancare la solita energia contagiosa – anche all’arbitro Quarta che lo ricompensa con un fallo tecnico nei minuti finali – chiude con 12 punti, 9 rimbalzi e 4 recuperi

Baparapè : ne

Simioni 5: entra presto per i falli di Hayes ma appare insicuro nei suoi primi possessi, successivamente con Iannuzzi potrebbe trovare un avversario dal cabotaggio simile ma il suo coach rinuncia presto al suo contributo poi quando rientra commette un fallo ingenuo su una tripla di Campogrande e negli show difensivi è spesso in ritardo permettendo canestri semplici a Brown. Un primo tempo pessimo tanto che Pancotto che non lo ripropone nella ripresa

Rodriguez : ne

Pecchia 6.5: va a rimbalzo, segna canestri in entrata per 8 punti e 6 rimbalzi finali

all. Pancotto 6: la sua Cantù perde contro un’avversaria di ottimo livello come Brindisi essenzialmente per due grossi peccati ovvero una messe di palle perse banali (16) con l’apoteosi decisiva della rimessa gettata alle ortiche a 30” dal termine e per una percentuale nel tiro da tre da squadra delle minors (5 su 26 per un flamboyant 19%). Peccato perché la squadra per il resto era stata complessivamente migliore di Brindisi.

 

HAPPYCASA Brindisi

Banks MVP

Banks 9: grande leadership e personalità – anche quando vuole esprimere il suo disappunto alla terna arbitrale – risulta spesso inarrestabile chiudendo i tempi regolamentari a 28 punti ma sbagliando, ben marcato da Hayes, il difficile tiro della vittoria portando così la contesa ai supplementari poi troverà comunque altre magie per 32 punti finali 11-21 al tiro 5-9 da tre e 31 di valutazione.

Brown 6.5: la solita energia e la capacità di pescare dalla polvere qualcosa di utile per la propria squadra, un vero spazzino dei parquet. Peccato per l’infortunio a 30” dal termine in un generoso tentativo di recuperare palla che ferma Cantù lanciata a canestro, rientrerà comunque zoppicando nei secondi finali, stoico.

Martin 6+: esce dalla panchina, al rientro da un infortunio, pare un po’ arrugginito ma carico a pallettoni.

Zanelli : ne

Iannuzzi 5: fatica in difesa ma trova un bel canestro e fallo che porta l’Happycasa sul 26-34 nel secondo quarto

Gaspardo 6: viene messo in difesa sullo sgusciante Clark per provare a metterlo in difficoltà con le sue lunghe leve, importante un suo canestro con fallo a 5’ dal termine.

Campogrande 6: in difesa dà il suo contributo

Thompson 7: il giocatore meno adrenalinico di Brindisi ma anche quello tecnicamente più pulito tanto da mettere la decisiva tripla del vantaggio a 24” della fine.

Cattapan : ne

Stone 7.5: l’altro ex è lui, pescato lo scorso anno da Cantù in Russia, non inizia benissimo ma poi si scioglie risultando il protagonista del primo strappo brindisino e nella ripresa segna tre triple consecutive nel momento migliore dei brianzoli tenendo attaccata la sua squadra ad una Cantù in fase di sorpasso, poi sparisce ma stoppa l’entrata decisiva di Clark. Alla fine, 19 punti con 8-21 al tiro.

Ikangi 6: parte in quintetto al posto di Martin e segna una bella tripla

All. Vitucci 7.5: la sua è veramente una bella squadra – la sorpresa del campionato sin qui – con la giusta quantità di fisicità e rapidità e come sempre Frank è un ottimo coach offensivo

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy