Scafati-Brescia, torna Sacripanti. Le parole di Robinson: “Dovremo essere disciplinati e restare uniti”

0

Dopo due trasferte consecutive che sono valse altrettante sconfitte, la Givova Scafati ritorna a giocare dinanzi ai propri sostenitori, per riprendere il cammino in campionato e cercare di mettere in carniere i due punti in palio. Domenica, alle ore 17:00, sul parquet della Beta Ricambi Arena PalaMangano, la compagine dell’Agro affronterà la Germani Brescia.

Per l’occasione, in panchina tornerà regolarmente coach Sacripanti, ripresosi, seppur non completamente, dal problema di salute che lo aveva costretto a disertare l’ultimo match di Sassari. Avrà a sua disposizione l’intero organico, sebbene nel corso della settimana ci siano stati diversi acciaccati, tutti comunque recuperabili in vista del match domenicale.

L’AVVERSARIO

Prima in classifica, a braccetto con Virtus Segafredo Bologna, Umana Reyer Venezia e Generazione Vincente Napoli, in virtù delle sette vittorie nei nove turni di campionato fin qui disputati, la Germani Brescia vuole confermare il proprio trend positivo e incamerare punti anche sulle sponde del fiume Sarno, dove nella scorsa stagione, nell’ultima giornata di stagione regolare, ha invece subito una cocente sconfitta che valse la salvezza matematica del team scafatese.

Così come la scorsa stagione e quella ancor prima, in panchina dei biancoazzurri siede sempre coach Alessandro Magro (tra l’altro commissario tecnico della nazionale italiana under 20), che guida una squadra che oltre a primeggiare nella classifica generale, è anche al vertice della classifica delle palle perse: con la media di 10,2, la sua Brescia è la squadra che perde meno possessi, oltre ad essere seconda nella classifica della percentuale media di realizzazione (51,2%).

La formazione lombarda è una vera corazzata, potendo disporre in organico di atleti del calibro della guardia Della Valle (13,3 punti e 3 assist di media), del centro croato Bilan (12,7 punti e 8,3 rimbalzi di media), della guardia Massinburg (12,7 punti di media, con il 67,7% da due ed il 45,2% da tre), del playmaker Christon (11,1 punti e 4,2 assist di media), dell’ala piccola Petrucelli (9,1 punti di media), dell’ala grande Burnell, dell’ex gialloblù Cournooh, dell’ala grande Gabriel, del centro Cobbins e dell’ala italiana Akele.

LE DICHIARAZIONI

Il playmaker Gerald Robinson: «Stiamo attraversando un periodo molto intenso. Ci aspettavamo un inizio migliore, ma purtroppo abbiamo perso alcune partite in cui avevamo anche un vantaggio superiore alla doppia cifra. Stiamo lavorando sodo per evitare di commettere in futuro altri errori, a partire dalla partita di domenica contro Brescia, contro cui siamo chiamati a disputare una prova di forza e così rispondere alle avversità dopo le ultime due deludenti sconfitte. I nostri prossimi avversari sono molto profondi in tutti i reparti, ci sono atleti che si completano a vicenda e questo li rende molto pericolosi. Per imporci dovremo essere disciplinati e restare uniti per 40 minuti».

Ufficio Stampa Basket Scafati 1969