Serie A, 27° turno: sfide importanti per i playoff e per la salvezza

Serie A, 27° turno: sfide importanti per i playoff e per la salvezza

La presentazione del 27° turno di campionato.

di Emanuele Terracciano

Siamo già alla quartultima partita di questa regular season e il tempo dei verdetti si fa sempre più vicino. A Pesaro stasera si giocherà un’importante sfida che potrebbe tirare definitivamente fuori dalla corsa salvezza una tra VL e Pasta Reggia Caserta. Anche per la corsa ai playoff ci sono tante sfide che possono dire tanto quindi, senza indugio, dopo aver ricordato che, per via della contemporaneità con la diretta di Rai Sport di Reggio Emilia-Torino, le dirette delle Tv locali non sono consentite, andiamo ad analizzare partita per partita cosa ci riserverà questa Pasqua di Serie A.

BRINDISI – MILANO

Ad aprire questo turno pasquale di campionato sarà la sfida del PalaPentassuglia tra Enel Brindisi ed EA7 Milano. L’Olimpia arriva a questa sfida con l’aritmetica certezza del primo posto alla fine della regular season, ma la trasferta pugliese ha comunque un valore per la formazione di coach Repesa che punta a recuperare a pieno i giocatori reduci da infortuni. Settimana di buon lavoro in palestra anche se la sconfitta contro Pesaro è stata digerita male. I giocatori hanno preferito non rilasciare dichiarazioni e concentrarsi negli allenamenti. Milano è sempre durissima da battere ma i ragazzi di coach Sacchetti vorranno provarci per mantenere ancora accesa la speranza playoff. Nessun problema fisico particolare: solo il solito Donzelli ai box. Diretta della sfida su Sky Sport 2 HD a partire dalle 19:30.

 

AVELLINO – CREMONA

La Vanoli Cremona sbarca al Pala Del Mauro per provare a difendere la massima serie. Roster al completo per coach Lepore che, insieme ai suoi giocatori, è in ritiro da giovedì. Servirà un cambio di atteggiamento dopo la sconfitta con Brescia. Sulla carta il match è davvero proibitivo poiché Avellino ha troppe individualità per una Cremona che ha manifestato nel corso della stagione tutti i suoi limiti difensivi. Anche la Scandone ha bisogno di punti per arrivare a questi playoff nelle migliori condizioni, ma sarà ancora assente Fesenko che potrebbe rientrare per la post season. Favoriti assoluti sono senza ombra di dubbio gli irpini, ma il basket, soprattutto in partite così importanti, può riservare sorprese.

 

BRESCIA – VENEZIA

La sconfitta di Milano non ridimensiona assolutamente le ambizioni di una Reyer Venezia che si candida a dare fastidio ai meneghini nei playoff. Buona settimana di lavoro dopo la sconfitta di Milano. Aumentati i carichi di lavoro in vista del rush finale di stagione che vedrà la Reyer affrontare a fine aprile l’impegno delle Final Four di Champions League a Tenerife e, successivamente, l’inizio dei playoff di Serie A. Batista e Tonut sempre più vicini al recupero dai rispettivi infortuni, ma per stasera più  probabile è il rientro di Ortner nelle rotazioni. Ipotizzabile il ritorno in tribuna per McGee dopo la deludente prova di Milano. Sul fronte bresciano, la vittoria a Cremona ha ridato fiducia ed entusiasmo al gruppo di coach Diana, già matematicamente salvo con quattro giornate di anticipo. La squadra lombarda, ancora orfana di Michele Vitali, si presenta carica all’appuntamento contro Venezia, ma certamente consapevole della caratura degli avversari. La Germani non vuole accontentarsi e punta a giocarsi le ultime gare con motivazione, per provare a raggiungere il sogno play off.

 

CANTÙ – PISTOIA

Una Cantù in emergenza affronta Pistoia senza Acker  (campionato probabilmente finito per lui). Probabile l’impiego di Uros Slokar al suo posto ma anche lo sloveno è soggetto a valutazioni in queste ore. I brianzoli sono chiamati ai due punti per chiudere definitivamente il discorso salvezza e per fare ciò Recalcati ha chiamato a gran voce il pubblico ad affollare il PalaDesio. Dall’altra parte ci sarà una Pistoia che spera di trovare nell’uovo di Pasqua due punti pesanti in ottica playoff. La partita contro Cantù sarà, come sempre, una battaglia poiché, su sette partite, per quattro volte i due punti sono stati decisi all’overtime. Squadra al completo per Esposito. Occhio agli ex e in particolare a Cournooh il quale avrà una grande voglia di rivalsa su chi non ha creduto in lui.

 

PESARO – CASERTA

All’Adriatic Arena va in scena una partita particolarmente importante per la corsa alla salvezza: infatti, dalla sfida tra Consultinvest Pesaro e Pasta Reggia Caserta potrebbero venir fuori indicazioni importanti su quale sarà la concorrente principale di Cremona per la salvezza. I campani arrivano a questo match con una certa serenità per quanto concerne il campo: infatti, basta ottenere lo stesso risultato della Vanoli per conquistarsi la matematica permanenza nella massima serie. A dare pensieri ai supporters bianconeri sono i soliti dubbi sul futuro, ma per il momento si punta a chiudere il discorso salvezza e vivere una serena Pasqua. Per Pesaro altro match point tra le mura amiche da non sprecare assolutamente. Coach Leka cerca l’appoggio del pubblico e la società risponde con l’apertura del terzo anello e biglietti a prezzi agevolati. Un altro passo falso casalingo sarebbe letale anche per il già precario rapporto con il pubblico. Anche la vigilia di questo Pesaro-Caserta è stata caratterizzata dalla polemica sui pochi biglietti concessi ai tifosi ospiti, ma, oramai, sembra essere un elemento caratterizzante della storia di questo match.

 

SASSARI – CAPO D’ORLANDO

La corsa al piazzamento playoff vede nella sfida tra Banco di Sardegna Sassari e Betaland Capo d’Orlando un punto di snodo importantissimo. I sardi stanno lottando per avere il fattore campo a favore nella post season, mentre i siciliani, contrariamente a tutte le aspettative di inizio stagione, devono chiudere il conti per guadagnarsi i playoff. L’Orlandina ha bisogno di interrompere la striscia di tre sconfitte consecutive che sta rischiando di compromettere quanto di buono fatto fino ad adesso. La Sardegna è sempre una terra ostica da espugnare, ma il desiderio dei siciliani di riprendere la loro corsa potrebbe portarli a fare l’ennesimo miracolo del loro campionato.

 

VARESE – TRENTO

La sconfitta a Reggio, seppur lottando, ha spento le speranze playoff di Varese, anche se ancora matematicamente niente è perduto. Si inizia già a pensare al prossimo anno e, infatti, è imminente un incontro fra Caja e la dirigenza varesina per mettere i primi tasselli per il futuro. Intanto è tornato in gruppo Maynor che ha ripreso ad allenarsi con i compagni. Per Trento la sfida di Varese rappresenterà anche l’esordio di Shields che è arrivato per allungare le rotazioni dopo gli infortuni di Baldi Rossi e Sutton. Per i ragazzi di coach Buscaglia sarà importante vincere per ritrovarsi dopo la sconfitta contro Sassari.

 

REGGIO EMILIA – TORINO

La diretta televisiva di Rai Sport questa settimana sarà da Reggio Emilia dove la Grissin Bon deve continuare a vincere per trovare un ottimo piazzamento nella griglia playoff. A provare a dar fastidio alla formazione di coach Menetti sarà la Fiat Torino di Frank Vitucci che, dopo il ko di Caserta, vede sempre più lontani i playoff. Washington sta recuperando ma ancora sarà out, mentre potrebbe rientrare Chris Wright. I piemontesi sono già salvi e lontani dai playoff, quindi, le motivazioni potrebbero latitare, anche se la mente libera potrebbe rappresentare addirittura un vantaggio per la Fiat. Come detto, diretta televisiva di questo match sulle frequenze di  Rai Sport a partire dalle 21:00.

 

 

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy