SF G1 Milano-Sassari, la sala stampa: le parole di coach Messina

0
Ettore Messina

Così Coach Ettore Messina ha commentato Gara 1 della semifinale: “Ovviamente siamo contenti di come abbiamo cominciato la serie. Il primo quarto è stato molto importante, perché abbiamo difeso bene e attaccato molto bene, muovendo la palla e tirando con percentuali alte. Aldilà di questo, abbiamo continuato a spingere per tutti i primi tre quarti, e questo è importante. Gara 2 sarà una partita molto diversa, successe anche la stagione scorsa dopo una Gara 1 molto brillante. Per ora sappiamo che Paul Biligha si è fatto male alla spalla e si è rotto un dente. Lunedì non giocherà. Questo è motivo di preoccupazione. Lo stesso vale per Shields: ha sentito un dolore al ginocchio, per questo è venuto fuori e non è più rientrato. Domani vedremo in quali condizioni sarà”.

Sulla prova di Voigtmann: “Sì, ha giocato una grande partita, ma sono due mesi che si sta esprimendo a livelli molto alti. Sono contento che il pubblico lo apprezzi. I primi mesi sono stati difficili e il più dispiaciuto era lui. Oggi oltre a tirare bene ha sfruttato bene le situazioni di cambio difensivo, è stato una presenza a rimbalzo. Ha fatto molto bene”.

Sull’assetto con Kevin Pangos: “Sì, ha funzionato, ma non dimentico che anche contro Pesaro avevamo giocato le prime due partite molto bene e in campo c’era Devon Hall. E’ una situazione difficile sia per noi che dobbiamo decidere sia per i due ragazzi che però la stanno vivendo bene. Vedremo nelle prossime partite come gestirla”.

Sulla fisicità dell’Olimpia nei confronti di Sassari: “In generale siamo più fisici e in questo è molto importante quello che sta facendo Melli nei playoff, ma ci sono state situazioni in cui sia Dowe che Robinson hanno attaccato i nostri playmaker, tanto che ci siamo scoperti e abbiamo incassato qualche schiacciata. Questo è un aspetto su cui dobbiamo lavorare per fare meglio lunedì sera e tentare indipendentemente da come tireremo di migliorare in alcune situazioni difensive ad esempio sul pick and roll”.

UFF.STAMPA OLIMPIA MILANO