Siena – Roma. Montepaschi per la continuità, Virtus per l’identità

0

La quinta giornata del campionato di serie A si apre domani alle 17:50 con il match tra Montepaschi Siena e Virtus Roma. I biancoverdi arrivano all’appuntamento confortati dalla buona prestazione offerta mercoledì contro il Galatasaray e con una gran voglia di spazzare via le voci che vedono un Montepaschi in difficoltà in questo inizio di stagione. I capitolini giungono invece al Palaestra dopo la sconfitta all’overtime contro Varese ed ancora in cerca di un’identità precisa per quel che riguarda il proseguio della stagione.

SIENA

Pianigiani continua la marcia di avvicinamento ai big-match della prossima settimana, che vedrà la MensSana affrontare prima il Barcellona in Eurolega e poi l’EA7 Milano in campionato. Il nome del prossimo avversario non consente tuttavia cali di concentrazione in casa dei biancoverdi, vogliosi di ben figurare davanti al loro pubblico dopo l’ultima cocente sconfitta interna contro Caserta. La situazione in casa Montapaschi si sembra stabilizzata dopo l’uscita di scena di Summers – liquidato proprio dopo la quella sconfitta – e l’inserimento di Rakocevic. A proposito di Rakocevic, la guardia serba ha messo in cascina 13 minuti e 4 pt contro il Galatasaray ed è probabile il suo debutto nel campionato italiano contro Roma. Resta aperto invece il discorso ali: il taglio di Summers ha privato la squadra di una pedina importante nelle strategie di inizio stagione. Alla base della scelta ci sarebbe stata proprio un’incompatibilità di ruolo per il colored di Baltimora, che nelle idee di Pianigiani avrebbe dovuto ricoprire lo spot di 4: il giocatore ha invece spesso operato come 3 puro, lasciando in sofferenza il reparto pitturato come lascia intuire lo score dei rimbalzi contro Caserta. Da qui la – neppure tanto sofferta – decisione della dirigenza. Le attenzioni di Siena sarebbero ora rivolte sull’Mvp della scorsa stagione Omar Abdul Thomas, ma i toscani stanno aspettando che le nebbie del caso passaporto falso si diradino prima di procedere in questa direzione.

Tornando alla partita con la Virtus, una chiave del match sarà senz’altro la marcatura di McCalebb, o il tentativo di marcatura, viste le prestazioni che il play dal passaporto macedone sta sfornando con continuità dall’europeo: l’ingrato compito di contenere il talento di New Orleans toccherà a Maestranzi e Gordic. Kaukenas, mvp contro il Galatasaray, potrebbe tirare un po’ il fiato e lasciare qualche minuto in più ad Aradori. Gli esterni saranno terreno del buon Moss visto nelle ultime giornate (unico americano in rosa attualmente) e Carraretto, mentre sotto le plance vedremo all’opera il duo di lunghi Andersen – Lavrinovic.

ROMA

I giallorossi, per dirla con le parole di Coach Lardo, “non intendono arrivare alla partita con l’atteggiamento della vittima predestinata”. L’uomo più in forma del momento è proprio l’ex di turno Luigi Datome, 17 pt di media nelle prime quattro giornate, che sembra arrivato definitivamente alla stagione della svolta. Attorno a lui i vari Tucker, Dasic e Slokar hanno costruito un quintetto di tutto rispetto; ma i problemi della Virtus arrivano dalla panchina, o meglio, dalla lunghezza della panchina, che si dimostra assai corta. Le rotazioni si sviluppano fondamentalmente su 8 uomini più capitan Tonolli e non è un caso che le due sconfitte stagionali, contro Bologna e Varese, siano arrivate entrambe all’overtime, con la squadra in debito di ossigeno.

Nemico pubblico numero uno in casa giallorossa porta il nome di Bo McCalebb: Lardo dovrà trovare il modo di ingabbiare il “macedone” se vuole coltivare velleità di vittoria. Più equilibrata potrebbe invece dimostrarsi la lotta a rimbalzo, comparto nel quale la corazzata Siena sembra più vulnerabile: i centimetri di Slokar e Crosariol uniti all’atletismo di Datome lasciano un margine di imprevedibilità sulla sfida. Fondamentale sarà anche la precisione dal perimetro: la difesa di Siena porterà i capitolini a provare spesso la soluzione dall’arco e risulteranno decisive le doti balistiche di Datome, Dasic e Maestranzi. L’incognita dei capitolini resta Dedovic: una prestazione come quella contro Varese di domenica scorsa faciliterebbe fin troppo i compiti per la banda Pianigiani.

Chiave del match: la marcatura su McCalebb

Pronostico Basketinside: Siena 85% Roma 15%