Stipcevic insultato a Pesaro? La VL richiede la revoca della sanzione

La risposta della società pesarese, dopo la pesante multa che ha colpito la Victoria Libertas a seguito del recente match contro Sassari

di Alessandro Kokich
La Victoria Pallacanestro Pesaro dichiara di essere sconcertata,contrariata e offesa dalle motivazioni  che hanno accompagnato il provvedimento sanzionatorio riferito alla partita Consultinvest-Dinamo Sassari.

“Per manifestazioni ispirate da odio e discriminazione razziale nei confronti di un tesserato avversario” (N.B.: il riferimento è a Rok Stipcevic, giocatore ex Vuelle, lungamente applaudito in occasione della presentazione delle squadre): parole inaccettabili, che screditano la società e la sua storia, il pubblico e la citta’ di Pesaro.

A nome della città, il sindaco Matteo Ricci si unisce al malcontento della Vuelle: “Pesaro non è una città razzista ma europea. La comunità è pienamente solidale, accoglie tutte le etnie e le popolazioni, spinge per lo ius soli. Pesaro è tra i primi centri italiani ad aver assegnato la cittadinanza onoraria ai figli di immigrati stranieri nati nel territorio. Siamo Città europea dello sport 2017 anche per il senso di inclusione nel territorio. Per questo auspichiamo fortemente che la Federazione Italiana Pallacanestro possa rivedere le motivazioni del provvedimento”.

Ufficio Stampa VL
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy