Ticchi coach della Vuelle: ad ore l’annuncio

0

Manca solo l’ufficialità, ma, come da noi già ampiamente preannunciato ,sarà Giampiero Ticchi il nuovo allenatore della Vuelle Pesaro, la prima dopo 37 anni, senza il marchio Scavolini sulle maglie.

Nato a Pesaro il 4 Novembre 1959, ha mosso i primi passi da allenatore vicino alla sua Gradara, prima a Cattolica poi a Riccione. Nel 1996 la chiamata di Rimini dove fa da assistente al primo allenatore Piero Bucchi.Vi rimane per diverse annate per poi essere promosso a capo allenatore nella stagione 2000/2001, stagione iniziata benissimo ma terminata con una amara retrocessione.

Dal Dicembre del 2001 al 2003 è a Castelmaggiore in Legadue, biennio pieno di soddisfazioni con tanto di raggiungimento delle semifinali play off nella seconda stagione. L’ anno successivo, Claudio Sabatini acquista il club stesso progettando di fatto la rinascita della Virtus Bologna, coach Ticchi viene inizialmente confermato in panchina salvo poi essere esonerato già a Novembre in favore di Alberto Bucci.

Nell’ annata 2004/2005 diventa consulente di mercato della Robur Osimo anche grazie alla sua competenza nello scovare buoni giocatori nel sommerso delle leghe minori.

Nel 2005/2006 assume l’ incarico di allenatore della Germano Zama Faenza in A1 femminile e altra semifinale scudetto conquistata.

Nell’ Estate del 2006 firma il suo ritorno a Rimini, in legadue, dove è autore di una stagione sorprendente e fantastica lottando per la promozione diretta fino all’ ultima giornata, viene anche nominato allenatore dell’ anno di categoria.

Siede sulla panchina riminese anche l’anno successivo, centrando nuovamente la qualificazione ai playoff uscendo poi ai quarti di finale contro Caserta.

Nel 2008 viene nominato commissario tecnico della nazionale italiana femminile, si qualifica con la sua squadra alla fase finale degli Europei femminili 2009, competizione in cui l’Italia mancava da dieci anni e nello stesso anno porta le azzurre a vincere la medaglia d’oro ai Giochi del mediterraneo.

Nel marzo 2010, pur mantenendo il proprio incarico di CT della Nazionale femminile, ottiene il permesso di accettare la nuova chiamata di Rimini andando così a sostituire Giancarlo Sacco alla guida dei Crabs fino al termine della stagione.

 

Ticchi corona il sogno di una vita, allenare la sua amata Vuelle Pesaro, e lo farà proprio nell’anno dell’ inizio di una nuova era del basket pesarese, a lui, il farmacista( gestisce con la sorella una farmacia a Gradara, grazioso borgo sulle colline a metà tra Pesaro e Cattolica) l’ arduo compito di rialzare il morale di un popolo, quello di fede biancorossa, ancora spaesato e che farà non poca fatica a metabolizzare una stagione che si preannuncia di grande sofferenza, con l’obiettivo dichiarato di una salvezza che andrà conquistata con grinta, tanto cuore e il pieno sostegno di tutti, perché in periodo come questo l’ importante è esistere e resistere, in attesa di tempi migliori.