Trento-Brindisi, la sala stampa: le parole di Brienza e Vitucci

Trento-Brindisi, la sala stampa: le parole di Brienza e Vitucci

Le parole dei due coach al termine di una partita combattuta, decisa solo nel finale

di Gianluca Rota

Nicola Brienza: “Abbiamo giocato per 40’ una partita di sostanza, con alti e bassi ma senza essere scollegati: nel primo tempo Brindisi è stata a contatto soprattutto grazie ai rimbalzi d’attacco, ma dopo i 12 che abbiamo concesso nei primi 20’ i nostri avversari nel secondo tempo ne hanno catturati solo due. Abbiamo cercato di non farli correre, perché sapevamo quanto pericolosi potessero diventare in campo aperto, e credo che alla fine i 67 punti subiti siano un buon dato che riassume il nostro impatto difensivo. Ora abbiamo davanti un’altra settimana intensa di lavoro in palestra per arrivare al meglio alla sfida con la Fortitudo Bologna e al match in Polonia contro Gdynia in coppa”.

Ufficio Stampa Energia Dolomiti Trentino

 

Non drammatizza coach Frank Vitucci al termine della sfida persa dalla sua Happy Casa in trasferta sul campo della Dolomiti Energia Trentino.

Queste le sue dichiarazioni in sala stampa: “Abbiamo affrontato la gara nella maniera migliore fino al terzo quarto. Poi, c’è stato un momento, tra la fine del 3° quarto e l’inizio dell’ultimo parziale, in cui non abbiamo capitalizzato qualche occasione importante. Pazienza, sapevamo che non sarebbe stato facile vincere qui a Trento in queste condizioni, nonostante tutto abbiamo giocato tre quarti di gara di livello, siamo mancati nell’ultimo quarto. Continuiamo il percorso intrapreso e guardiamo alla prossima gara. Trento ha vinto con merito, è stata più precisa. Noi abbiamo avuto delle buone percentuali nel primo tempo ed abbiamo creato di più rispetto a loro. Poi, nella ripresa, specie nell’ultimo quarto, abbiamo sbagliato le giocate consistenti. Pur avendo avuto dieci tiri in
più di loro abbiamo perso di 11, le percentuali sono troppo basse. La differenza è stata esagerata – conclude l’allenatore – negli ultimi 4 minuti abbiamo buttato via una partita giocata punto a punto“.

Ufficio Stampa Happy Casa Brindisi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy