Trento – Virtus, la sala stampa post-partita: le parole di Brienza e Djordjevic

Trento – Virtus, la sala stampa post-partita: le parole di Brienza e Djordjevic

Le dichiarazioni dei coach protagonisti al termine della sfida alla BLM Group Arena. La Virtus chiude il girone al primo posto, Trento fuori dalle Final Eight.

di Francesco Strazzari

Al termine del match tra Dolomiti Energia Trento e Segafredo Bologna i coach delle due squadre hanno parlato in conferenza stampa. Di seguito riportiamo un estratto delle loro dichiarazioni.

Djordjevic: “Abbiamo giocato 30 minuti di ottimo basket, il terzo quarto è stato inaccettabile. Dalla panchina non abbiamo avuto tanto, sicuramente dovremo migliorare. Abbiamo avuto qualche problema con Gaines (gastroenterite). Senza Teodosic avremmo perso? Potrei dire che Trento senza Gentile magari avrebbe perso di 30. 

Trento è un campo molto difficile, abbiamo sbagliato ad eseguire alcune cose. Nei momenti difficili i giocatori tendono a entrare nell’abitudine tecnica. La cosa difficile è assemblare il tutto, soprattutto a livello difensivo, ci vuole tempo. C’è molto merito di Trento per quello che è successo nel terzo quarto. Avevano il coltello tra i denti, una grande leadership di Gentile e Blackmon, ma credo che Forray sia stato molto importante con la sua difesa insieme a Craft. Ci hanno messo in difficoltà. Useremo questa partita per cercare di affrontare anche a partita di coppa,che pero credo sarà completamente diversa. 

Pozzecco? Io non voglio commentare mai le opinioni degli altri, con tutto il rispetto per quello che dicono. Non mi interessa più di tanto.

Primo posto? Conferma che abbiamo fatto un buon lavoro, non ci fermeremo. Non abbiamo fatto niente, è solo una base su cui costruire.

Trento ha dei grandi difensori sugli esterni con Craft e Forray. Difensori duri ma di grande fair play, per questo faccio tanti complimenti al ‘dottore’ (Craft).

Brienza: “Ho fatto i complimenti ai ragazzi, forse al’inizio eravamo un pochino impauriti. Quando siamo andati sotto il fatto di giocare con la mente più sgombra ci ha fatto fare cose migliori. Abbiamo avuto la fortuna di vedere Teodosic all’opera, anche se avrei preferito guardarlo in tv e non dal vivo. Bologna ha dovuto giocare spesso col quintetto base, non è una consolazione ma vuol dire che abbiamo messo in difficoltà la capolista. Quando le cose non vengono in attacco dobbiamo essere più consistenti in difesa. Sconfitta che deve aiutarci ad affrontare il girone di ritorno con la giusta convinzione. La squadra c’è e possiamo provare a toglierci delle soddisfazioni. 

Bologna avversaria anche in coppa? Scherzando potrei dire di sperare che Teodosic abbia il raffreddore. Bisogna avere 40 minuti di concentrazione, continuare questo processo di crescita. Vedo tanti aspetti positivi in questa sconfitta, dobbiamo però essere più lucidi. Ci abbiamo provato e abbiamo dato tutto quello che potevamo. Ci è mancato oggettivamente il secondo quarto. Quando siamo andati a +1 Teodosic ha fatto 12-13 punti di fila. Dobbiamo essere più bravi, ma ha fatto pentole e coperchi onestamente. Lo conosciamo tutti, dobbiamo provare a trovare una difesa migliore che magari possa fare la differenza.”

Foto Virtus Segafredo Bologna.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy