Treviso non stecca con Kapfenberg e va in finale al “Palladio”

Treviso non stecca con Kapfenberg e va in finale al “Palladio”

DE’ LONGHI TREVISO BASKET – KAPFENBERG BULLS 64-60

di La Redazione

DE’ LONGHI TREVISO BASKET – KAPFENBERG BULLS 64-60

De’ Longhi: Imbrò 5 (1/3, 1/4), Cooke III 13 (4/10, 0/2), Alviti 7 (2/6, 1/3), Parks 20 (7/9, 0/4), Chillo (0/2 da 2); Slezas 2 (1/2 da 2), Uglietti 5 (1/2, 0/1), Severini 2 (1/3 da 2), Piccin 10 (1/2, 2/4). N.e.: Logan, Bartoli, Ronca. All.: Menetti.
Kapfenberg: Vujosevic 17 (2/6, 2/3), Moschik 2 (1/2, 0/2), Jones 14 (2/6, 3/5), Braxton 13 (5/13 da 2), Schrittwieser 3 (1/2 da 3); Hahn (0/1 da 3), Gumbs 7 (1/7, 0/3), Sarlija 4. N.e.: Kola, Votsch, Podany. All.: Coffin.
Arbitri: Dori, Boscolo, Perocco.
Note: pq 15-16, sq 36-30, tq 52-43. Tiri liberi: TV 16/21, Kapfenberg 20/30. Rimbalzi: TV 7+30 (Parks 5, Cooke III 5), Kapfenberg 7+29 (Jones 2+6). Assist: TV 12 (Uglietti 4, Severini 4), Kapfenberg 4. 5 falli: Gumbs 36’07’’ (56-49). Spettatori: 200

Quarta uscita di precampionato per la De’ Longhi Treviso Basket che al Palasport di Vicenza affronta la formazione austriaca dei Kapfenberg Bulls, nel secondo match di semifinale del Trofeo “Andrea Palladio”. Nella partita inaugurale del torneo la Pallacanestro Trieste ha battuto la Virtus Roma 81 a 67 ottenendo così la qualificazione alla finale, che si disputerà domani alle ore 19.45 contro la De’Longhi Treviso.
La squadra di coach Menetti si presenta priva di Fotu, Tessitori, Nikolic (che sta smaltendo il guaio muscolare).

De’Longhi Treviso Basket: Imbrò, Cooke, Alviti, Parks, Chillo.
Kapfenberg Bulls: Vujosevic, Moschee, Jones, Braxton, Schrittweiser.

La De’Longhi si approccia positivamente al match provando subito un allungo con un parziale di 8 a 2 ad opera diCooke Parks, Imbrò e Alviti. Jones (da tre) accorcia le distanze, Alviti ben posizionato sotto canestro recupera un rimbalzo e deposita con l’aiuto del tabellone il suo quarto punto personale. A metà quarto il punteggio dice 10 a 5 per TVB. La risposta del Kapfenberg non tarda ad arrivare e il parziale di 6-0 ad opera di Vujosevic (4pt) e Jones (tripla) vale il primo vantaggio arancio-blu. (10-12). Il giovane Piccin è preciso da oltre arco cosi come il lituano Slezas a concretizzare un bel gioco offensivo della De’Longhi che torna avanti sul 15 a 12. Il canestro e fallo di Braxton e l’attacco al ferro di Jones (miglior marcatore con 8pt) chiudono il primo quarto con i Bulls avanti di 1. (17-16)

Piccin si prende la scena nei primi istanti del secondo quarto ripagando la fiducia di coach Menetti (che decide di far riposare per tutto il match David Logan) e insieme a Parks (miglior realizzatore con 8pt) trascinano una De’Longhi decisamente più intensa e fisica. (23-18). Il recente acquisto Charles Cooke, dopo l’assaggio a Pieve di Soligo con la Reyer sta prendendo confidenza con i meccanismi della sua nuova squadra; i quattro punti realizzati dalla lunetta e la stoppata su Jones tengono il divario sulle 6 lunghezze di vantaggio. (28-22). Alviti realizza una tripla difficilissima dall’angolo, Severini sfrutta al meglio le sue lunghe braccia per il +7 TVB. (34-27). I lunghi di coach Menetti continuano a strappare rimbalzi in ambo i lati del campo (21/12), i liberi di Uglietti e Gumbs chiudono i primi 20’ di gioco. (36-30)

Al rientro dall’intervallo il match ha un solo protagonista e veste la maglia numero 11 della De’Longhi. Jordan Parks domina l’area offensiva e con 8 punti personali consecutivi (tra cui una bimane in contropiede) prova a spingere definitamente la De’Longhi che tocca il massimo vantaggio. (44-33)
La tripla di Vujosevic (12pt) scuote i compagni, che provano una timida reazione; il parziale di 10-2 completato dai liberi di Gumbs chiudono il periodo con gli uomini di coach Coffin sul 52-43.

I meccanismi d’attacco della De’Longhi sembrano essersi inceppati ad inizio ultimo quarto, coach Menetti corre ai riparti mandando in campo Parks, autentico trascinatore dei trevigiani. Gli ultimi due minuti di gioco accendono un quarto poco emozionante, Imbrò si sblocca finalmente dalla lunga distanza, Schrittwieser risponde con altrettanta moneta. (60-52). Parks tocca quota 20 e insieme al contropiede vincente di Cook blinda il successo della De’Longhi (64-60) che domani alle ore 19:45 affronterà in finale la Pallacanestro Trieste.

Uff.Stampa Treviso Basket

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy