Trieste-Brindisi: le parole di Dalmasson dopo la sconfitta interna di misura

Secondo l’analisi del coach della società triestina gli avversari sono stati molto bravi a sfruttare efficacemente i mismatch in campo. I brindisini sono riusciti ad espugnare il palasport di Valmaura per 76-79 grazie anche alla differenza alla voce rimbalzi nei momenti decisivi della gara.

di Mitja Stefancic

A fine partita coach Eugenio Dalmasson ha commentto così la prestazione della sua squadra, sconfitta di misura dall’Happy Casa Brindisi: “abbiamo affrontato la partita nel modo giusto, cercando di sopperire alle situazioni in cui eravamo più in difficoltà e mantenendo un livello di attenzione costante. È chiaro che alla voce rimbalzi questo non è stato sufficiente, però chiunque dei miei giocatori sia entrato in campo stasera ha provato a dare il massimo. Sono amareggiato per la sconfitta però la prestazione è stata quella di una squadra viva, che ha voglia di affrontare le difficoltà insieme”.

L’allenatore natio di Mestre ha anche aggiunto: “i rimbalzi offensivi sono stati una costante, già nei primi 20 minuti 17 punti di Brindisi erano frutto di rimbalzi offensivi. Brindisi ha una fisicità importate anche con squadre meglio attrezzate della nostra e stasera con noi ne hanno approfittato. Siamo stati costretti a giocare tanti minuti con tre piccoli e giocando con tre piccoli contro queste squadre, se non fai canestro, poi fai fatica: Brindisi ha sfruttato al meglio tutti i mismatch a proprio favore”.

Nella prossima gara l’Allianz Pallacanestro Trieste se la vedrà contro Cantù (sabato 31/10, con inizio alle 20:30).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy