Trieste, le parole di Ghiacci: ‘Ci saranno meno risorse ma noi siamo sereni’

Trieste, le parole di Ghiacci: ‘Ci saranno meno risorse ma noi siamo sereni’

Parla il patron della Pallacanestro Trieste.

di La Redazione

Il patron di Trieste ha rilasciato un’intervista a Il Piccolo, in cui affronta la situazione presente e futura della società triestina. Ecco le parole di Ghiacci.

“In vista della prossima stagione, sarà importante avere regole certe. E’ vero che quest’anno siamo partiti senza la copertura del budget e abbiamo trovato la quadra in corso d’opera, ma quello che sta succedendo in queste settimane cambierà il mondo. Trovare risorse sarà sempre più difficile, il pericolo è di ritrovarci a dicembre con società che non ce la fanno e rischiano di saltare”, le parole di Mario Ghiacci.

“Per il ritorno in campo mi sembra irreale pensare di trovare le date. E anche se ci fossero i tempi tecnici, sarebbe ancora più difficile capire con che organico le società potrebbero tornare in campo. Negli Stati Uniti l’epidemia è scoppiata con due settimane di ritardo e questo vorrebbe dire che, anche in caso di ripresa, gli americani non potrebbero rientrare o comunque dovrebbero rispettare un periodo di quarantena una volta tornati in Italia”.

In attesa di decisioni, l’Allianz lavora per cercare di chiudere la stagione 2019/2020 nel miglior modo possibile.
“Sono ottimista, credo che nel medio periodo riusciremo a essere nelle condizioni di ripartire e cominciare a pianificare la prossima stagione. In questo momento, esclusa Milano che ha già annunciato che non avrà variazioni di budget, tutte le altre società andranno incontro a sensibili riduzioni”.
E a proposito di sponsor che permetteranno a Trieste un futuro abbastanza tranquillo, da lodare è l’iniziativa che nei giorni scorsi ha visto l’Allianz Dome colorarsi di verde, bianco e rosso in omaggio al difficile momento che sta attraversando l’Italia. “Lo sport – conclude Ghiacci – è un elemento centrale nella vita di tutti. Anche se noi oggi non possiamo scendere in campo, vogliamo che la nostra casa, la casa di tutti gli appassionati di pallacanestro, in una piazza come Trieste dove si respira basket, oggi possa ricordare i nostri valori, e l’impegno di tutti nel combattere il virus, ringraziando chi in questa emergenza è in prima linea. Solo uniti possiamo vincere”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy