Trieste, Skylar Spencer si presenta: “Porto forza sotto i canestri, desideroso di migliorare ancora in fase offensiva”

0
PH: zimbio.com

Riportiamo la sintesi dell’articolo di presentazione del nuovo giocatore della Pallacanestro Trieste, Skylar Spencer, firmato da Roberto Degrassi sull’odierna pagina sportiva del quotidiano nordestino “Il Piccolo”.

Come si legge nel suddetto articolo, l’ala-pivot della compagine giuliana ha già iniziato a lavorare sodo assieme agli altri cestisti in maglia bianco-rossa per prepararsi come si deve all’inizio della nuova stagione.

Idee ben chiare, quelle di Spencer, il quale, con una saggezza che sicuramente sarà apprezzata da coach Marco Legovich, esprime l’intenzione di rendersi quanto più utile alla crescita della squadra. Il neoacquisto del club triestino si descrive come un “intimidatore d’area”, facendo riferimento ai suoi ottimi numeri in fase difensiva.

Cosa desidera la società giuliana dall’atleta americano nel corso della stagione? Semplice. Che diventi un punto di riferimento sotto canestro e che sappia garantire un contributo significativo in difensa, soprattutto alla voce rimbalzi.

Come riportato dal giornalista Roberto Degrassi, il cestista americano dichiara di sentirsi in ottime condizioni fisiche, avendo lavorato duramente sin dalla conclusione dello scorso campionato: “ho fatto due allenamenti al giorno per arrivare pronto alla stagione… Mi sono concentrato sulla condizione atletica e sul lavoro in campo”.

Spencer ha scelto di accasarsi con la città triestina dopo l’esperienza ad Astana, in un periodo che è coinciso con la guerra in Ucraina, con la conseguente instabilità geopolitica generale dell’intera macro-area, percepita anche a livello sportivo. Così il giocatore americano a proposito del torneo concluso poco tempo fa: “la Vtb League è molto stimolante. Si gioca ad un livello medio davvero molto alto. Allo scoppio della guerra in Ucraina con tutto il team abbiamo raggiunto un accordo per cui non avremmo più dovuto andare in Russia. Abbiamo avuto la possibilità di restare in Kazakistan ed è stato davvero meglio per me”.

Nemmeno alla domanda riguardo l’obiettivo personale che si è posto in vista della nuova, stimolante avventura triestina, Spencer ha avuto esitazioni: “ho impiegato l’ultima stagione per espandere le mie capacità offensive, quindi non vedo l’ora di poter rivestire questo ruolo nella squadra e dimostrare quello di cui sono capace. Questa è per me senz’altro un’ottima opportunità”.

Infine, nell’arco dell’intervista, Spencer ha elaborato una riflessione per quanto concerne il suo ruolo in campo, dimostrando in questo modo di poter facilitare coach Legovich nei disegni tattici del team: “mi piace molto giocare vicino al ferro, ma credo che il successo non possa prescindere da un lavoro di squadra fatto bene… Seguo la LBA da qualche anno e posso dire di conoscerla bene. Ci sono molte squadre di alto livello e giocatori eccellenti con i quali non vedo l’ora di confrontarmi”. Insomma, i giocatori delle squadre avversarie sono avvistai…

Fonte: Il Piccolo d.d. 21/09/2022