Trofeo Lombardia – Brescia vince la finalina e chiude al terzo posto

Trofeo Lombardia – Brescia vince la finalina e chiude al terzo posto

Battuta Cremona in una partita controllata dalla Leonessa.

di Fabio Rusconi

Brescia si aggiudica la finalina del trofeo Lombardia. Al PalaBanco di Desio la Germani doma con relativa facilità una Vanoli Cremona piuttosto imballata. Brescia, senza i Nazionali Abass e Vitali (rientrati ma non arruolabili) e senza Koenig (uscito prestissimo per un problema fisico da valutare), conclude così al terzo la rassegna lombarda. In netta crescita rispetto a ieri la Leonessa, con notevoli passi avanti soprattutto nella metà campo offensiva, trascinata da un Lansdowne mattatore e che si conferma sempre più come prima opzione in attacco per Brescia. Bene in generale tutto il quintetto “titolare” di Brescia, con Cain e Horton a mostrare muscoli sotto le plance e perché no qualche conclusione da fuori. Esposito ha dunque avuto dai suoi la reazione che voleva, cosa che non ha avuto invece il suo collega Sacchetti, alle prese con una squadra in difficoltà in difesa e incapace, causa i molti canestri subiti, di correre e tirare in transizione. fatale, alla Vanoli, soprattutto il terzo quarto da soli 9 punti realizzati. Per Cremona Saunders e Mathews in doppia cifra, per Brescia un Lansdowne che scrive 24 nella casella punti. Per Brescia prossimo e ultimo impegno amichevole mercoledì, quando al PalaLeonessa andrà in scena il Trofeo Ferrari contro l’Hapoel Holon.

Buon impatto per Brescia nella partita. Dopo i primi 5’ di equilibrio (9-9) Brescia prende il largo con un parziale aperto dalla tripla di Horton. E’ l’inizio di un parziale bresciano 14-3 aiutato anche dalla difesa sapiente di Sacchetti e Zerini. Cremona senza la regia di Diener ferma il proprio attacco, scivolando fino al -15 (27-12 al 9’). Meo Sacchetti richiama i suoi in un timeout e ottiene una reazione, con un break 9-0 che fissa il punteggio sul 27-21 al 10’.  Match dunque riaperto da Cremona dopo un inizio dallo scarso ritmo offensivo. La Vanoli si affida alle sortite di Matthews e Stojanovic, ma a metà secondo quarto è ancora la Germani a condurre con agio il match grazie ai punti di un Lansdowne indemoniato (40-34 al 15′). La musica però cambia nella parte finale di seconda frazione nella quale Brescia gioca senza i suoi americani (Moss escluso) e dà spazio a Cremona per rientrare. Importante, al solito, il gioco perimetrale della Vanoli, con le triple di Saunders e Diener a consentire alla banda di coach Sacchetti di impattare a quota 44 al 19′. Brescia chiude comunque avanti il primo tempo di un possesso pieno (48-45).

Lansdowne apre con due canestri il terzo periodo e Brescia va a +7 (52-45). Cremona rimane in partita ma i primi minuti sono ancora di marca Brescia, che con i propri americani in campo ha davvero un’altra marcia. Laquintana dirige bene il traffico di gioco e lascia le responsabilità offensive al trio Cain-Horton-Lansdowne. E’ bresciano dunque un nuovo break 6-0 con cui la Leonessa si riprende la doppia cifra di vantaggio (61-50 al 25′). Seguono minuti in cui i canestri scarseggiano e a 1’30” dalla terza sirena il parziale è pressoché invariato, nonostante Brescia abbia ormai preso il controllo di gioco e match (68-52). La tripla di Naoni chiude un ottimo parziale bresciano (10-2) con cui i biancoblu toccano il massimo vantaggio (+19, 71-52). Massimo gap ritoccato poco dopo a +20 (74-54), punteggio su cui si chiude il terzo quarto, partita in ghiaccio per Brescia. Quarta frazione di puro garbage time in cui entrambi gli allenatori danno spazio alle loro seconde linee. Cremona ricuce un po’ lo strappo nei minuti finali, ma senza speranze di poter recuperare. Il finale recita 86-77.

Germani Basket Brescia vs Vanoli Cremona 86-77 (27-21; 48-45; 74-54).

Brescia: Lansdowne 24, Koenig 0, Moss 0, Horton 14, Cain 14 (Zerini 3, Naoni 3, Laquintana 10, Avare 8, Guariglia 2, Avare 2, Sacchetti 6). Coach: Esposito

Cremona: Diener 8, Saunders 10, Palmi 6, Williams 6, Tiby 5 (Mathews 13, Gazzotti 4, Ruzzier 10, De Vico 6, Stojanovic 5, Akele 4, Sanguinetti n.e.). Coach: Sacchetti

MVP Basketinside: DeAndre Lansdowne

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy