Vanoli con tanta rabbia, Fabi Shoes in cerca di continuità sotto i riflettori di Rai Sport

0

Domani sera, sul parquet di Cremona, per la prima volta nella stagione sotto i riflettori di Rai Sport 1, si contenderanno l’ultima vittoria dell’anno solare la Vanoli Braga Cremona e la Fabi Shoes Montegranaro.

Le due formazioni arrivano con sentimenti opposti, con la squadra di casa reduce dalla sconfitta di Treviso con Venezia e la vittoria dei marchigiani conto Sassari.

Per quanto riguarda Cremona, non si sono ancora placate le polemiche per quanto maturato nell’ultimo giro di lancette dove la Vanoli Braga palla in mano e 1 punto da recuperare, ha concluso con 13 punti di divario e l’espulsione di coach Attilio Caja reo di aver protestato in modo molto veemente nei confronti della terna arbitrale per alcune chiamate al limite del regolamento sanzionate nei propri confronti. Già la domenica precedente contro Pesaro, giocando in casa, si erano viste alcune situazioni piuttosto difficili da concepire, per non risalire poi agli episodi della gara di Caserta di due settimane prima, terminate con l’espulsione di Cinciarini che però aveva avuto l’esito di infiammare il tiepido pubblico cremonese e che aveva poi portato alla vittoria. Tutto quanto accumulato nelle ultime gare, quindi, è stato poi sfogato in quegli ultimi istanti di una partita per molti versi divertente ed emozionante, con Cremona in controllo per vari tratti di gara, ma che alla fine è stata rovinata da un eccessiva sete di protagonismo da parte di chi, invece, per fare al meglio il proprio lavoro non si dovrebbe far notare. Detto questo, non si discute la vittoria di Venezia, che poteva comunque materializzarsi in un finale punto a punto e molto tirato e che sicuramente i ragazzi di coach Mazzon hanno meritato, riuscendo a non scomporsi quando lo svantaggio era andato in doppia cifra ma recuperando punto su punto per giocarsi al meglio il finale. Greg Brunner
Per Cremona si è potuto notare che l’inserimento di Tusek, alla sua seconda gara con la maglia biancoblu, è diventato fondamentale per qualità e quantità di gioco sotto i tabelloni, anche in virtù del proprio peso, che permette a capitan Milic, non ancora al massimo della propria condizione fisica, di poter rifiatare.
Daniele Cinciarini è il panchinaro di lusso, con una serie di prestazioni veramente maiuscole che nell’ultima giornata gli sono anche valse la palma di miglior realizzatore italiano di giornata.
Rivedibili, invece, le prestazioni di Tabu, Roderick e Lighty, con quest’ultimo che al suo esordio con Caserta era stato un fattore, ma che nelle ultime due uscite, se si toglie qualche sprazzo di Treviso, è invece molto calato.

Montegranaro, come dicevamo, viene invece da una convincente vittoria contro la Dinamo Sassari che le permette di guardare, in classifica, la Vanoli Braga dall’alto, grazie ai suoi 8 punti contro i 6 di Cremona (che deve peraltro ancora effettuare il turno di riposo). Grazie al rientro di Kirksay e all’ottimo momento di Greg Brunner, difficile da interpretare per la sua molteplicità di ruoli in cui può giostrare, nell’ultima partita ha mostrato un gioco molto spumeggiante che le ha permesso di controllare in tutta tranquillità l’andamento della stessa.
Dopo un inizio di stagione piuttosto difficoltoso (1 vittoria contro 6 sconfitte nelle prime 7 giornate), la formazione di coach Valli (subentrato in corsa, dopo la sconfitta della Sutor contro Biella, come successo a Caja per Cremona, sempre dopo Biella) è riuscita a recuperare gioco e risultati, cogliendo ben 3 vittorie in 4 gare e soprattutto portando a casa il fondamentale derby contro la Scavolini.
Partita forse fondamentale per McNeal, atteso ad un riscatto in quanto le prestazioni fornite sino non sono proprio all’aspettativa della società. Voci parlano di possibili movimenti nell’ambiente cestistico marchigiano per valutare possibili innesti.
Limitare le transizioni dei folletti cremonesi dovrà essere il primo obiettivo, in quanto se lasciata troppo libera di giocare Cremona, come mostrato nelle ultime giornate, sa davvero far male riuscendo sempre a trovare l’uomo giusto libero. In attacco, probabilmente, sarà necessario trovare il modo di penetrare bene nel pitturato sfruttando al meglio l’altezza dei suoi lunghi, anche se un po’ in deficit di peso rispetto ai centri cremonesi.

Sicuramente sarà una gara di difficile interpretazione. Cremona avrà tanta rabbia in corpo da sfogare ed anche il pubblico cremonese si sta attrezzando per mostrare tutto il proprio disappunto per gli episodi che già numerose volte hanno caratterizzato l’andamento delle partite a proprio sfavore, sfruttando anche la diretta della Rai. Montegranaro dovrà capire quale sarà il momento migliore per sferrare il proprio attacco, cercando di restare concentrata per tutta la partita, cosa che invece pare difficile per la formazione casalinga.
Oggi ultimo allenamento alle 13 ad Ancona per la Sutor e quindi trasferta a Cremona dove, nella mattinata di domani, effettuerà in consueto allenamento di rifinitura in vista della partita della sera.

Ci si aspetta il tutto esaurito quindi a Cremona per questa ultima gara dell’anno, sperando che la festa di colore possa prevalere sulle interperanze e che lo spettacolo offerto in campo faccia ricredere quanti erano ostici a programmare questa partita in diretta nazionale, a discapito di altre che hanno, di sicuro, maggior tradizione.

I precedenti dicono bene a Cremona (3-1 nelle due stagioni, con 2-0 nell’ultima, con punteggi sempre piuttosto elevati), anche se, si sa, alla fine ogni partita è un caso a sé.

Pronostico Basketinside: Vanoli Braga Cremona 60%Fabi Shoes Montegranaro 40%
Scarto finale: 10 punti