Varese-Biella: due squadre in grande forma si contendono i due punti

0

Per il posticipo (domenica 18 alle ore 20.30) della undicesima giornata di campionato si presenta al PalaWhirlpool la Angelico Biella di coach Massimo Cancellieri. Si tratta di una sfida tra due squadre che, contro gli avversi pronostici, si trovano al momento nelle zone alte della classifica, anche se Varese, a differenza degli ospiti, ha già usufruito del turno di riposo.

Varese, che ha conquistato finora 5 vittorie a fronte di 4 sconfitte, ha avuto parecchie difficoltà nel match disputato settimana scorsa a Sassari, dove ha avuto parecchie difficoltà a contenere i due Diener. La partita si trovava in equilibrio sul 74 pari a pochi minuti dalla fine, ma il Banco di Sardegna è riuscito a trovare la fuga annichilendo una poco reattiva Cimberio. Per Recalcati non dovrebbero esserci problemi di formazione.

Biella, invece, è al secondo posto in classifica pari a Milano (che però ha già riposato) con 14 punti, a -2 dalla capolista Montepaschi. Nella scorsa giornata i piemontesi hanno avuto ragione di una spenta Canadian Solar Bologna, già sotto di 7 all’intervallo. Protagonisti come al solito i due americani dell’Angelico, James Pullen e Aubrey Coleman.

Cimberio Varese:

Sì: la squadra di coach Recalcati ha trovato in Diawara e Kangur due riferimenti di assoluto livello. Il francese in realtà aveva già iniziato ottimamente la stagione e non ha fatto altro che confermarsi nel corso delle partite successive. Kangur, invece, aveva tentennato un po’ in avvio, salvo poi ritrovare la forma giusta e ricominciare a deliziare i supporters biancorossi con prestazioni straordinarie.

No: forse era stato davvero l’effetto Jobey Thomas a dare a Hurtt la carica giusta per affrontare in quel modo la partita contro Venezia, o forse no, fatto sta che con Thomas che ha firmato con Treviso, Hurtt è tornato il solito timido giocatore delle altre gare e ha fortemente deluso anche contro Sassari, se escludiamo un breve momento di trance agonistica. L’altro grande punto di domanda nella formazione varesina è Janar Talts, centro che ha dato poco o niente finora alla Cimberio. Si attende invece il ritorno del vero Stipcevic, in enorme difficoltà contro la Dinamo. Varese deve anche ritrovare la confidenza col tiro da tre delle prime giornate.

Angelico Biella:

Sì: i piemontesi hanno avuto uno splendido avvio di stagione, con solo tre partite perse di cui una contro Siena e una incredibile contro Venezia. Biella ha vinto in trasferta contro Montegranaro, Cremona e Treviso, perdendo però a Roma. L’Angelico può contare nel reparto piccoli su James Pullen, in grande spolvero nelle ultime giornate, e Aubrey Coleman, solido realizzatore. La grande forza di Biella nelle ultime partita è stata senza dubbio la capacità di segnare sempre più di 80 punti.

No: la coppia di lunghi Dragicevic-Miralles è parsa in netta frenata rispetto all’ottimo avvio. Inoltre, Coleman, prima del 5/8 da 3 di domenica scorsa, aveva un imbarazzante 3/18. Due punti deboli di questa ottima squadra sono le palle perse, sempre in netta superiorità rispetto alle palle recuperate, e il tiro libero: l’Angelico è andata pochissimo in lunetta nelle prime giornate, ma quando ha iniziato ad andarci con più continuità ha sbagliato parecchio (10/20 ad esempio contro la Sidigas Avellino).

Pronostico: Varese 49%-Biella 51%.