Varese-Sassari, la sala stampa: le parole di Caja e Pasquini

0

E’ il coach di casa ad analizzare per primo la partita della sua Openjobmetis:

«Può essere difficile avere riscontri positivi dopo un’altra sconfitta però anche oggi devo dire che sono molti di più i meriti di Sassari che i demeriti nostri. La Dinamo, con una grande determinazione e una grande fiducia, ha fatto una partita incredibile al tiro: il Banco, nonostante la nostra buona difesa, in alcune situazioni ha infatti trovato canestri quasi impossibili tirando con medie importanti. Purtroppo quando loro nel secondo tempo hanno tirato con quelle medie noi abbiamo fatto l’errore di concedere sette rimbalzi d’attacco che con quelle percentuali ci hanno condannato. E questo è l’unico appunto che posso fare. In attacco, anche se la percentuale da tre punti non ci ha aiutato, abbiamo costruito buone situazioni andando vicino a canestro. Alla fine non abbiamo mollato e siamo anche rientrati ma non è bastato. Ho poco da recriminare. Questa sera rimane una buona prova da parte della mia squadra anche se purtroppo non siamo riusciti a conquistare i due punti. E questo è il rammarico più grande ».

16177774_10210416372518646_438739597685228008_o

Segue un soddisfatto Pasquini, che comunque sottolinea la crescita della formazione di Caja

“Partita durissima come immaginavo contro una squadra che è profondamente cambiata. Vincere qui d’ora in poi sarà molto duro a prescindere dalla classifica di oggi. Siamo stati bravi perché abbiamo recuperato energie fisiche dal viaggio in Germania e dai viaggi dai viaggi di questi dieci giorni, siamo stati bravi a concentrarci sulle forze e sulle qualità di Varese. Nel secondo tempo abbiamo eseguito bene quella che era la nostra idea di partita quindi cambiare le difese, passando da uomo a zona e raddoppi improvvisi, non lasciando agli avversari punti di riferimento classici. Abbiamo fatto un buon lavoro a rimbalzo contro una squadra che in questo periodo stanno lavorando bene. Complimenti ai ragazzi, hanno lavorato bene, stasera ce la godiamo poi abbiamo 48 ore per preparare questa sfida con il Partizan da dentro fuori”.

Si ringraziano gli Uffici Stampa di Varese e Sassari

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here