Venezia – Cantù, De Raffaele: “Dobbiamo assolutamente mettere attenzione alle nostre cose”

Venezia – Cantù, De Raffaele: “Dobbiamo assolutamente mettere attenzione alle nostre cose”

La Reyer alla ricerca della vittoria dopo l’ultima sconfitta di EuroCup

di Marco Muffatto

Le dichiarazioni di coach De Raffaele in vista della partita tra Umana Reyer e Acqua San Bernardo Cantù in programma domenica 13 ottobre alle 17.00 al Palasport Taliercio.

“Cantù è una squadra completamente rinnovata: l’unico straniero che ha già giocato nel campionato italiano è Clark e poi ha firmato Wilson, il più esperto dei nuovi arrivi. Nuovo è anche il coach, per quanto sia il decano degli allenatori, nei cui confronti nutro grandissimo rispetto e grandissima stima, perché è una bravissima persona, oltre che un grande allenatore. Per il resto, è una squadra molto giovane, con rookie di talento; e quindi, come tutte le squadre giovani, verrà con grandissimo entusiasmo, voglia di mettersi in mostra e volontà di fare una grande partita, perché davanti si trovano i campioni d’Italia. Cantù verrà dunque con mille motivazioni, anche perché reduce dalla sconfitta in casa con Reggio Emilia.

Noi però, con tutto il rispetto di Cantù, in questo momento dobbiamo assolutamente mettere attenzione alle nostre cose, lavorare per forza su noi stessi, sulla nostra squadra, cercando di recuperare un po’ di giocatori per motivi diversi e di trovare degli equilibri che ci permettano di essere costanti nella partita, cosa che, in questo momento, è il nostro limite più grande. Per quanto siano venute in maniera diversa, quattro sconfitte consecutive sono sempre quattro sconfitte. Per cui, per una squadra come la nostra, urge un contributo coinvolto da parte di tutti per 40’ e soprattutto quell’animus pugnandi che ci ha sempre contraddistinto in tutte le nostre uscite”.

Ufficio stampa Reyer

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy