Venezia-Cantù, Pancotto: “Dovremo scendere in campo consapevoli di avere le stesse opportunità”

Venezia-Cantù, Pancotto: “Dovremo scendere in campo consapevoli di avere le stesse opportunità”

La nota del club.

di La Redazione

Si è svolta questo pomeriggio, presso la sala stampa della palestra “Toto Caimi” di Vighizzolo, la conferenza stampa pre partita di Umana Reyer Venezia-Acqua S.Bernardo Cantù, incontro valido per la quarta giornata del campionato di Legabasket Serie A 2019-’20. A disposizione dei giornalisti coach Cesare Pancotto, capo allenatore biancoblù, che ha così presentato la sfida di dopodomani con i campioni d’Italia in carica (palla a due al Palasport Taliercio alle ore 17:00 di domenica 13 ottobre).

Di seguito la sua analisi:

«La prima cosa che ho cercato di condividere con la squadra è la capacità di approcciare alla partita. Una gara in cui vogliamo avere grande forza mentale, senza pensare all’avversario. Dobbiamo disputare una partita non solo tecnica ma di contenuti di valore, che devono rispecchiare la crescita che stiamo avendo quotidianamente».

«La seconda cosa che ho cercato di condividere con la squadra e su cui ho cercato di lavorare particolarmente è la forza del sistema, cercando di renderlo più forte. In situazioni di difficoltà, e credo che noi probabilmente lo saremo nel corso della partita, una squadra non deve incaponirsi nel fare cose straordinarie ma, piuttosto, deve cercare di concentrarsi e fare cose semplici, anche sotto pressione, sviluppando un sistema di squadra che non preveda un tiro da 25 metri, bensì un canestro rubato in contropiede, un buon blocco, un uomo smarcato, insomma, la soluzione migliore».

«Noi abbiamo qualità diverse rispetto a quelle di Venezia, questo credo sia evidente. Una su tutte è la nostra energia: questo ci rappresenta. Per noi l’energia è un aspetto importante, fondamentale almeno quanto la testa, da usare sempre nel corso della gara».

«Per quanto concerne la difesa, invece, dobbiamo cercare di trovare soluzioni semplici, lavorando sulle nostre certezze, puntando sul nostro sistema difensivo, magari adeguando anche l’attacco, cercando il miglior equilibrio».

«Sui nostri avversari? Parliamo di una grande squadra e di una grande società, capace di vincere due scudetti negli ultimi tre anni e di prendere parte a una competizione importante come l’EuroCup. Parliamo di una formazione di grande talento, molto fisica e lunga. Concedetemi una battuta: ci vorrebbero due pullman per metterceli tutti. Oltre al talento dei giocatori, la squadra è allenata da un tecnico bravissimo come Walter De Raffaele. Giocheremo contro un’avversaria molto forte dunque, tuttavia noi dovremo scendere in campo consapevoli di avere le stesse opportunità e le stesse emozioni di sempre» ha concluso Pancotto.

Uff.Stampa Pall.Cantù

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy