Venezia – Milano, coach Messina: “Alla quarta gara in otto giorni, non ne avevamo più. Pigrizia? Nella mia squadra non esiste”

0

Così Coach Ettore Messina ha commentato la partita di Venezia: “Credo si debba fare i complimenti alla Reyer, ha giocato con maggiore attenzione, mentre per quanto riguarda noi la verità è che, alla quarta gara in otto giorni, non ne avevamo più. Abbiamo avuto troppe individualità sotto tono, anche se tutti hanno provato a sbattersi, ma senza lucidità. Non riesco a pensare ad altro, se non al peso di una settimana con quattro gare in più rimbalzando da una parte all’altra d’Europa. Penso sia giusto fare i complimenti alla Reyer, che con il passare dei minuti ha trovato le soluzioni giuste”.

Su Devon Hall: “Sta facendo un lavoro che non è il suo, lui può fare il playmaker per cinque o sei minuti, ma se deve farlo per 15 minuti, per 18 minuti, finisce per dedicarsi ad altre cose e in attacco fatica. E’ un giocatore che dà il meglio da 2 o da 3, ma in questo momento senza Naz Mitrou-Long e anche senza Tommaso Baldasso, la situazione è questa”.

Su Shavon Shields: “Il mercato ovviamente lo guardiamo come facciamo sempre, come fanno tutte le squadre di EuroLeague, ma Shields anche a quel livello è una star, sostituire lui è impossibile. Dovremmo vedere cosa propone il mercato e fare valutazioni semmai su cosa possiamo aggiungere di ciò che non abbiamo senza di lui, sapendo che non potremmo avere tutto, perché lui è uno che fa canestro e difende, fa tante cose. Per il momento, guardiamo a come si evolve la situazione, alle valutazioni che verranno fatte tra 6-8 settimane”.

A margine della conferenza stampa una domanda ha particolarmente infastidito il coach dell’Olimpia