Venezia-Pistoia, le pagelle: Dulkys MVP, non convincono Goss e Moore. Per la GTG ok Williams, male Milbourne

di Andrea Ferronato

UMANA REYER VENEZIA Moore: si conferma un pesce fuor d’acqua nel sistema lagunare. I segnali di risveglio di Bologna che sembravano aver dato una svolta alla stagione del pivot ex Caserta sono solo un ricordo. Il taglio potrebbe essere più vicino. VOTO 4.5 Stone: non è devastante come la scorsa settimana in cui raggiunse l’high di 34 di valutazione, ma il suo apporto si fa sentire ed è l’artefice principale del break che potrebbe spaccare la partita nel 3° quarto. VOTO 6.5 Peric: continua il momento “no” dalla lunetta (4/8), ma il croato è prezioso in ogni fase del campo e mantiene una costanza di rendimento invidiabile. VOTO 6.5

(Deividas Dulkys)
Goss: il capitano orogranata sembra ancora in difficoltà dal punto di vista fisico. Nemmeno la partenza dalla panchina lo motiva, in ombra per tutti i 25 minuti d’impiego (-12 di +/-, il peggiore dei suoi). VOTO 5 Ruzzier: alterna un primo tempo di grande personalità ad una ripresa nella quale sbaglia diverse scelte, tre delle quali consecutive nel pieno della rimonta pistoiese. VOTO 5.5 Ortner: l’uomo-ombra, lo score non da risalto al lavoro sporco dell’austriaco che risulta l’unico in grado di contrastare Johnson nel pitturato. In difesa è una garanzia. VOTO 6.5 Ress: si fa sentire in area con un paio di stoppate e catturando 6 rimbalzi. Il tabellino recita per la prima volta “zero” alla voce punti, frutto di un negativo 0/3 dal campo. VOTO 6- Viggiano: inizio lampo con 7 punti nella prima frazione, poi fatica anch’egli a trovare la via del canestro nel secondo tempo. Comunque il migliore dei suoi per plus/minus (+17), il che rende l’idea dell’importanza che ha per la squadra la sua sola presenza sul parquet. VOTO 6+ Ceron: Recalcati gli concede fiducia e il prodotto delle giovanili Reyer chiude con 4 punti in 10 minuti. Sbaglia alcune scelte di tiro ma, complessivamente, è in crescita. VOTO 6 Dulkys: in quintetto per la prima volta nella stagione, il lituano risponde con 15 punti ed un eccellente 5/8 dai 6.75. L’unico a mantenere una certa costanza nell’arco dell’incontro, fondamentale ad impattare la partita sul 61-61 quando l’inerzia era tutta dalla parte di Pistoia. VOTO 7   GIORGIO TESI GROUP PISTOIA Brown: due schiacciate di prepotenza ma per il resto fatica a trovare il ritmo della partita, specie nei primi 20 minuti. Da rivedere. VOTO 5+ Cinciarini: il più pungente assieme a Williams, il Cincia però è in panchina nel momento clou della rimonta ospite. Sporca leggermente la buona prestazione (15 punti, 6/10 al tiro) con un fallo tecnico per proteste ad 1′ dalla conclusione. VOTO 6.5
(C.J. Williams)
 Williams: inarrestabile e già in doppia cifra nel primo quarto , poi Venezia riesce a trovargli le contromisure con il passare dei minuti. Chiude comunque con 16 punti ed un dignitoso 3/7 dall’arco. Il migliore dei suoi. VOTO 7- Milbourne: si gioca con Moore la palma del peggiore in campo. Un pessimo 1/9 al tiro, comprendente anche l’ultima chance di Pistoia per portare la sfida all’overtime. VOTO 4.5 Filloy: grinta e carattere per l’ex play della Reggiana che segna 8 punti e smazza 4 assist in 24 minuti. Esce per 5 falli nel momento topico della partita, un po’ troppo nervoso. VOTO 6+ Magro: l’ex della partita mette a segno solo 2 punti e non incide. Il peggiore dei suoi per plus/minus (-10), Moretti si aspetta un contributo maggiore dall’ex centro della Nazionale. VOTO 5 Hall: inconcludente nel primo tempo, è il motore della rimonta biancorossa nella 3° e 4° frazione. Pesano però le 5 palle perse ed un insufficiente 30% dal campo (3/10). VOTO 5.5 Johnson: indemoniato a rimbalzo (ne cattura 12), ma la qualità del suo gioco latita. E’ una spina nel fianco per i lunghi orogranata per la sua presenza nel pitturato anche se dovrebbe contenere un po’ di più il suo nervosismo in campo. VOTO 6-.  

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy