Virtus Bologna-Venezia, la sala stampa: le parole di Djordjevic e De Raffaele

Virtus Bologna-Venezia, la sala stampa: le parole di Djordjevic e De Raffaele

Le dichiarazioni dei due coach al termine della sfida del Paladozza, vinta dai bianconeri 75-70.

di Francesco Strazzari

Nella conferenza stampa del post partita hanno parlato i coach delle due squadre, Sasha Djordjevic e Walter De Raffaele. Di seguito un estratto delle loro dichiarazioni:

Qui Venezia, De Raffaele: “Quasi una partita da playoff tra due squadre che hanno giocato a tratti un bella pallacanestro. La Virtus ha meritato la vittoria, noi siamo stati molto solidi e abbiamo pagato negli ultimi minuti. Se avessimo vinto non avremmo rubato niente, ma ha vinto Bologna. Noi abbiamo fatto dei passi avanti, anche se ammetto che la presenza di Teodosic ha sicuramente fatto la differenza. L’ho detto anche a lui, se avesse iniziato dalla prossima saremmo stati più contenti; però è un bel segnale per tutto il movimento la sua presenza. È un giocatore che a tratti la spiega. Con squadre da scudetto non puoi sbagliare, sopratutto fuori casa. Questa per noi è stata una settimana emotivamente e tecnicamente molto difficile, con Udanoh che ha un problema da verificare. L’ordine era di fare fallo sui lunghi di Bologna,  ma non l’abbiamo fatto, dovevamo spendere molti più falli. Bisogna resettare perché dopodomani siamo in Russia a giocare contro una grande squadra.

Qui Bologna, Djordjevic: “Il modo in cui è arrivata questa vittoria è molto importante, soprattutto in questa fase della stagione. Non è facile restare lì tutta la partita, con un viaggio in mezzo ed un giorno in meno per preparare la gara. Hanno segnato molto da 3 all’inizio, poi con la difesa siamo riusciti ad entrare in partita. Milos è stato straordinario nel primo tempo, quando c’è la benzina è uno che sa come si giocano queste partita. Anche nei timeout diceva alla squadra di stare tranquilli perchè potevamo recuperare. È un leader, non è ancora nella forma ideale, non mi sorprenderei se calasse un po’ nei prossimi giorni. Anche Baldi Rossi ha fatto molto bene in difesa su Daye nel secondo tempo, così come Hunter. Ma è la squadra nel complesso che non ha mai mollato, è molto presto. C’è da lavorare, ma come dicevano i miei maestri ‘è sempre meglio quando si vince’. In Serbia diciamo ‘aspetta che il gioco venga da te’, Weems in questo è stato chirurgico, ha molta pazienza sotto questo punto di vista. Forse abbiamo avuto un po’ di fretta di recuperare all’inizio, ma non ci sono tiri che valgono 5-8 punti, bisogna fare un po’ alla volta. Era la prima volta che provavamo Gamble e Hunter insieme, ci voleva, è stata una mossa azzeccata e la rivedrete.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy