Virtus – Olimpia, il pre-partita di Djordjevic: “Match molto complesso, per noi importante continuare a crescere”

Virtus – Olimpia, il pre-partita di Djordjevic: “Match molto complesso, per noi importante continuare a crescere”

Le parole del coach serbo alla vigilia del big match di domani. Palla a due alle 15.30 (diretta anche su Rai2). Virtus al completo, Milano senza Nedovic e con Sykes ancora non disponibile.

di Francesco Strazzari

Dopo la vittoria nel derby di Natale, la Segafredo Bologna si prepara ad un’altra sfida ricca di fascino e tradizione. Domani alle 15.30 (con diretta in chiaro anche su Rai2) le Vunere ospitano l’Armani Milano in una Segafredo Arena praticamente sold-out. Una partita che ha scritto la storia della pallacanestro nazionale: domani saranno in campo 43 scudetti, 14 Coppe Italia, 4 Supercoppe, 5 Euroleghe ed altri trofei internazionali.

Coach Djordjevic, il grande ex insieme ad Ettore Messina, ha presentato la partita nella classica conferenza della vigilia. Riportiamo di seguito un estratto delle sue parole:

 “La partita che ci aspetta è in assoluto la più grande che si possa giocare nel campionato italiano. Si torna a parlare di una pallacanestro tosta, giochiamo contro una squadra di una grandissima fisicità e di grande preparazione atletica e tattica. Hanno uno dei più grandi allenatori europei di sempre, Ettore Messina. Per noi è l’occasione per andare avanti e cercare la vittoria con il nostro gioco. Avremo una spinta molto importante dal pubblico, è molto importante questo legame che abbiamo creato con i tifosi.  I cambiamenti di Milano e la profondità del roster gli permette di avere tante opzioni, vedremo con chi si presenteranno. Il loro talento offensivo è nelle mani di un maestro come Rodriguez, l’innesto di Scola gli da tanta sicurezza e qualità per affrontare queste partite. Noi pensiamo a noi e cerchiamo di migliorare le nostre cose. Mi aspetto una partita tosta, fisica, con due squadre che hanno tanto da dimostrare l’una all’altra.

Test contro una squadra di EuroLega? È un dettaglio, noi dobbiamo pensare che in questo momento abbiamo l’occasione di misurarci con la migliore squadra in Italia in questo momento.

Teodosic vs Rodriguez? Bel duello, è bello per presentare la partita, saranno carichissimi per mostrare il meglio. Non credo però che sia solo quello l’aspetto cruciale. Milano ha 40 minuti di intensità e concentrazione tecnico-tattica importanti. La forza della squadra è nella compattezza, nel carattere, si parte dai leader ma poi viene trasmesso anche agli altri. 

La nostra crescita deve andare nella direzione di giocare 40 minuti con la stessa concentrazione, senza perdere le nostre idee. La partita di domani è molto complessa. 

Ogni stagione fa storia a sè, non bisogna generalizzare. Venezia e Sassari stanno facendo molto bene, si parla sempre di Milano. I pronostici non si azzeccano sempre, cerco di guardare il quadro un po’ più ampio. Non so se ci siamo avvicinati a Milano, lo si potrà dire più avanti. 

Milano sta giocando ad un gradino molto più altro adesso rispetto ai primi mesi. Ora sono nella loro traiettoria ideale che avevano come obiettivo. Chiaramente in Eurolega è diversa anche a livello di roster rispetto a come si presenta in campionato, noi questo non possiamo ancora permettercelo. Siamo due realtà diverse.

Markovic sta recuperando, ha avuto un’infiammazione al gomito prima di Sassari, ma si è allenato bene. Gaines si è allenato.

Dopo il derby siamo tornati subito alla quotidianità. Abbiamo fatto due allenamenti ieri, oggi ne faremo un altro e domani si gioca. Tutto nella normalità. 

I nostri giocatori hanno una certa esperienza, sanno contro chi giochiamo, spero che questo gli dia la carica giusta per giocare questo tipo di partita. Possiamo preparare tutto quello che vogliamo, ma alla fine il campo non mente, noi cerchiamo di fare meno danni possibile.

Penultima partita del girone d’andata, per noi può essere sicuramente importante. Guardo più al cammino generale della squadra, non alla partita specifica. È più importante continuare a crescere e lavorare. Fare un passo alla volta verso qualche obiettivo importante, dipende solo da noi.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy