Virtus-Reyer le pagelle. Zare comanda, Smith esegue. A Walsh e compagni non basta il talento

0

VIRTUS GRANAROLO BOLOGNA

Gaddefors 6,5: sempre più solido il ragazzo, oggi è di fatto l’unico continuo e affidabile, nonostante qualche persa di troppo va anche in doppia doppia…#ikea Hardy 5,5: primo tempo da fenomeno, sparisce nel secondo. E quello 0/5 da tre è una brutta roba…#lunacalante Motum 5: primi tre minuti ruggenti, poi due falli e ciao core. Terza di fila sottotono…#anchebasta Imbrò 4,5: torna da Roma in carrozza, ma con Venezia è subito mezzanotte e si ritrova in groppa a una zucca… #cenerentolo Fontecchio 6,5: una schiacciata, una triplona e un paio di grandi difese…ma poi Bechi se lo scorda in panchina, e allora…#nontiscordardime Landi 4,5: una comparsa che lascia tracce come un’onda sulla spiaggia…e dire che con Motum in difficoltà gli spazi ci potevano essere…#tentarnonnuoce Ware 5,5: ecco, lui ci provarci ci prova, ma anche troppo, mettendosi in proprio e non mettendo di fatto mai in ritmo i compagni. Emerge qualche limite, si spera passeggero…#aware Jordan 5: a sprazzi bene in attacco, ma dietro è troppo falloso, anche se non è del tutto colpa sua se si trova a difendere su gente che va il doppio di lui…#lumacone King 4: il peggiore in campo. #ilcasoèchiuso Walsh 6: sufficienza solo perché ci prova fino alla fine, ma oggi affonda anche lui. Anarchia che sfocia in confusione e non ci si salva sempre con il talento…#sbandato All.Bechi  4: non avesse inciso così tanto sin qui il voto sarebbe stato più alto, ma il destino degli allenatori bravi è prendersi la responsabilità di sbagliare. Oggi Markovski lo mette sul banco e gli impartisce una discreta lezioncina…Poco male, ha sicuramente imparato qualcosa…#scolaretto   UMANA REYER VENEZIA

Andrè Smith

Peric 7: bravissimo ad alternare clava e fioretto e a raccogliere quello che li lascia il cannibale Smith. Utile come pochi…#bimby Giachetti 6,5: sparacchia un po’ dal campo, ma il momento del break decisivo arriva con lui in campo…pochi capelli ma tanto #saleinzucca Rosselli 6: fa il suo, anche se le cifre non dicono molto. Utile a Zare per mescolare le carte dei quintetti…#giocodiruoli Linhart 5: prova in linea con la sua stagione sin qui: indecifrabile e impalpabile…#enigma Vitali 7: gara dell’ex, la mette in cassaforte con la precisione dalla lunetta…vince a casa sua e se ne compiace anche su twitter…#nemoprofetainpatria Taylor 5: doppia cifra, ma con troppi tiri e soprattutto con un bruttissimo atteggiamento…se vuol durare deve cambiare registro, prendendo esempio da Smith…#corpoestraneo Smith 9: da 3, da 4 o da 5 è comunque inarrestabile. Segna anche da casa sua bendato e marcato e si concede anche 9 rimbalzi….Andre è definitivamente tornato…#morodivenezia Akele NG: troppo poco in campo per giudicarlo…ma occhio che Zare potrebbe inventarsi qualcosa in futuro… Magro 7: altro giocatore concreto e perfetto per la pallacanestro “senza ruoli” del coach macedone. Perfettamente a suo agio nello sporco,  da cui raccoglie una perla di 100% al tiro…#backinthemud Easley 4: sembrano lontani i tempi d Sassari…oggi giocatore involuto, e dire che con Vitali avrebbe una spalla perfetta sul pick’n’roll…#sottotony All. Markovski 9: alterna quintetti nani a quintetti giganti, dosa forze e schemi, stravincendo il duello in panchina, di fronte al “suo” pubblico. In due settimane ha rivoltato Venezia come un calzino: complimenti Zare! #ritornoalfutur(ism)o