Allianz Trieste fa il colpaccio! Gražulis, Fernandez e le triple stendono l’Olimpia Milano

Incredibile prestazione di Trieste che espugna Milano tirando con il 70% dall’arco.

di La Redazione

Una grandissima prova di Allianz Pallacanestro Trieste permette ai ragazzi di coach Dalmasson di espugnare il Forum di Assago e prende due punti fondamentali in ottica Play-Off. Milano cade per la seconda volta in questa LBA ma conserva tranquillamente il primato. Infortunio alla caviglia per Micov che non è rientrato nella ripresa.

 

Nell’ultimo giorno del mese arriva la prima sconfitta di gennaio, 100-81 contro una Trieste ispiratissima al tiro (16/24 da tre), lucida, ovviamente molto carica con tanti giocatori in serata di grazia soprattutto Juan Manuel Fernandez, davvero impressionante. L’Olimpia era senza Malcolm Delaney, Kevin Punter e Zach LeDay, i più spremuti negli ultimi turni, poi era senza Jeff Brooks e Paul Biligha – in panchina ma non utilizzabile – e nel primo tempo ha “perso” anche Vlado Micov, per una distorsione alla caviglia destra. Così si è trovata di fatto con nove giocatori, probabilmente anche logorata dai tanti impegni e non è mai riuscita a dare continuità alla sua prestazione difensiva.

 

IL PRIMO QUARTO – Trieste segna i primi cinque tiri dal campo e scatta avanti sul 10-6 prima che l’Olimpia corregga soprattutto la propria difesa. L’Olimpia sorpassa per la prima volta sull’11-10 con la schiacciata di Kaleb Tarczewski. Però non riesce ad avere grande continuità nella propria metà campo, sbaglia anche tre tiri liberi con tre giocatori differenti, e alla fine del periodo è avanti di un punto, 22-21, grazie alla tripla dall’angolo di Shavon Shields, la terza di Milano nel quarto inaugurale.

 

IL SECONDO QUARTO – Trieste parte meglio anche nel secondo periodo e sfruttando anche una palla rubata da Doyle piazza il 9-0 che determina otto punti di margine sul 30-22, costringendo Coach Messina al time-out. Il vantaggio raggiunge i 10 punti, quando tra l’altro deve uscire Vlado Micov che ricade con la caviglia destra sul piede di un avversario. L’asse Rodriguez-Tarczewski prova a rispondere, ma Trieste segna tanti canestri da sotto (16/24 da due all’intervallo con tre errori consecutivi alla fine) e scappa a più 12. Qui è Datome con una tripla e un canestro acrobatico a firmare i canestri che riavvicinano Milano a meno cinque con tre minuti da giocare. Dal time-out, Trieste esce con una tripla da nove metri di Cavaliero. L’Olimpia ricuce fino a meno due, poi incassa su una palla persa la tripla in transizione di Alviti e chiude sotto 47-42.

 

IL TERZO QUARTO – Due conclusioni ravvicinate di Delia che sostengono una tripla di Frenandez permettono a Trieste di rispondere subito al buon avvio di Milano. Un appoggio di Da Ros ripristina nove punti di vantaggio. L’Olimpia usa il gioco interno di Kyle Hines, ma Trieste trova sempre le solzuioni giuste in attacco, sale di tono anche nel tiro da fuori, e dopo sei minuti ritorna a più 10, 63-53, mentre la rotazione ridotta – dopo l’uscita anche di Micov – obbliga Coach Messina ad usare anche due centri insieme. Il vantaggio massimo tocca i 14 punti su una tripla di Doyle e poi ancora su quella di Cavaliero. Milano si rimetteun po’ in ritmo negli ultimi possessi, con due canestri dalla media, di Cinciarini e Tarczewski con i quali chiude a meno 10, 72-62.

 

IL QUARTO QUARTO – Juan Fernandez attacca il quarto conclusivo con due triple che respingono subito la rimonta dell’Olimpia. La terza la mette Grazulis e scava il massimo vantaggio di 15 punti e lo fa due volte. Qui subentra un po’ di scoramento, di fronte ad un avversario ispirato e anche lucido al tiro, in totale fiducia. Il finale così è controllato senza problemi dall’Allianza che si impone 100-81.

 

NOTE – Andrea Cinciarini era alla gara numero 450 in carriera in Serie A, ma la numero 432 in cui ha effettivamente giocato. Adesso è a meno tre palle rubate dalle 400 in carriera, a meno sette dai 470 assist di Alessandro Gentile, per il secondo posto di sempre nella storia del club. Infine è a nove punti dai 3.000 segnati in carriera.

 

A | X Armani Exchange Olimpia Milano – Allianz Pallacanestro Trieste 81-100 (22-21, 42-47, 62-72)

Milano: Rodriguez 13, Roll 5, Moraschini 7, Micov, Tarczewski 9, Shields 10, Datome 15, Hines 15, Moretti 2, Cinciarini 5, Gravaghi, Biligha NE.

Trieste: Fernandez 24, Doyle 10, Da Ros, Henry 8, Delia 8, Alviti 10, Gražulis 16, Upson 10, Cavaliero 6, Laquintana, Coronica NE, Arnaldo NE.

Rodriguez

 

Uff stampa Olimpia Milano

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy