Altro ko per Venezia: Trento, che difesa di ferro!

Seconda sconfitta consecutiva per l’Umana Reyer che cade contro la Dolomiti Energia nell’anticipo di mezzogiorno. Vittoria meritata per gli uomini di coach Buscaglia.

di Andrea Ferronato

TRENTO – Importante vittoria per la Dolomiti Energia che riesce ad avere la meglio sulla più quotata Umana Reyer con il punteggio finale di 65-57. Un successo maturato grazie ad una difesa costante che ha tolto quasi tutti i punti di riferimento all’attacco orogranata costringendo la squadra di De Raffaele a ben 26 palle perse (il solo Ejim 10!). Per Trento, prestazione da leader di Craft che ha nettamente vinto il duello in cabina di regia con Haynes.

In casa Reyer, all’assenza di Tonut, si aggiunge quella di McGee, oltre ad un Bramos in non perfette condizioni fisiche. L’inizio premia i padroni di casa che al 7’ guidano 13-4 grazie ad una buona distribuzione dei punti. Venezia entra in partita solo con il già citato Bramos e Viggiano e riesce a recuperare una buona fetta di margine (14-11 al 10’).

In avvio di seconda frazione, la Reyer trova prima la parità con Filloy (16-16 al 12’), poi con Haynes addirittura il primo vantaggio della gara (20-21 al 14’). La Dolomiti Energia riparte dalla propria difesa per riprendere ritmo in attacco: l’atletismo degli effettivi a disposizione di Buscaglia mette in serie difficoltà l’Umana – 16 palle perse all’intervallo! – (31-25 al 20’).

Si torna dagli spogliatoi e il tandem Sutton – Craft risponde colpo su colpo ai tentativi ospiti (35-27 al 22’). Il 4° fallo dell’ala statunitense di Trento non pregiudica il buon momento della Dolomiti Energia: tripla frontale di Gomes e gap che tocca la doppia cifra (44-34 al 28’). Venezia fatica ad ingranare dovendo fare i conti con la giornata negativa di Ejim e Peric (47-36 al 30’).

De Raffaele si gioca la carta Ress e la Reyer ritrova più presenza in difesa, oltre a spaziature migliori in attacco: una schiacciata di Ejim permette agli orogranata di toccare il -4 (49-45 al 32’). Esce Sutton per falli, la seconda tripla a segno per il capitano dell’Umana propizia il -2, ma Marble e Craft replicano con un mini-break di 5-0 (55-48 al 35’). Bramos è in ritmo: due bombe consecutive del greco regalano il -1 agli ospiti (55-54 al 36’). Sale la tensione negli ultimi scampoli di gara: Craft, grazie ad un mancato taglia fuori, timbra il +4 (61-57 a 26” dalla conclusione). Ultima reale possibilità per la Reyer con Ejim (10° palla persa!) che vanifica tutto, Filloy commette successivamente fallo antisportivo e Trento chiude i giochi con i liberi di Marble e la schiacciata di Hogue. Termina 65-57.

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO 65-57 UMANA REYER VENEZIA (14-11, 31-25, 47-36)

Dolomiti Energia Trentino
Flaccadori 3, Hogue 10, Forray 3, Gomes 9, Marble 10, Craft 18, Sutton 9, Baldi Rossi 3, Moraschini ne, Lechthaler ne.

Umana Reyer Venezia
Viggiano 5, Ejim 11, Bramos 17, Haynes 4, Filloy 5, Ress 6, Ortner, Miaschi, Taddeo, Visconti, Peric 5, Hagins 4.

MVP BASKETINSIDE.COM: Aaron Craft (Dolomiti Energia Trentino)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy