Austin Daye e Venezia passano su una Cantù mai doma

Venezia ha la meglio dopo una partita sempre in equilibrio, decisive le giocate di Austin Daye.

di Marco Muffatto

Ultima partita di campionato prima della “sosta” per la Final Eight di Coppa Italia in programma il prossimo fine settimana.

Coach Bucchi ha tutti a disposizione, mentre De Raffaele lascia a riposo forzato capitan Bramos e si riporta nelle rotazioni Chappell.

QUINTETTO VENEZIA: De Nicolao, Tonut, Campogrande, Stone, Watt. 

QUINTETTO CANTU’: Smith, Gaines, Pecchia, Leunen, Bayehe.

PRIMO PERIODO:

Parte forte Cantù con un 4-0 firmato Bayehe a cui risponde Venezia con i soliti noti De Nicolao e Watt. Leunen prova a far scappare via i suoi sul 9-13, ma gli orogranata piazzano il controparziale per il 5-0 per il 14-13 con 3’14’’ dalla fine del primo quarto. Iniziano le rotazioni da ambo le parti con il punteggio in equilibrio che vive sulle folate di Daye e Chappell che con una tripla segna il 26-20 con 25’’ da giocare. Gaines fa 1 su 2 ai liberi e il primo quarto si chiude sul 26-21

SECONDO PERIODO:

Cantù prova a riavvicinarsi con una tripla di Johnson e le giocate sopra il ferro di Procida per il 30-28 dopo 3 minuti del secondo quarto. Punteggio basso con nessuna della due squadre che riesce a dare lo strappo arrivando sul 34-33 con 4’34’’ dalla fine del primo tempo. Venezia fatica a trovare la via del canestro e allora Cantù ne approfitta e impatta sul 40-40 con poco più di 1 minuto da giocare. Daye risponde subito con una tripla (13 punti nel solo primo tempo) mentre sul ribaltamento Smith si guadagna due liberi per il -1. Ultimo possesso per gli orogranata con De Nicolao che chiude il primop tempo sul 47-44.

TERZO PERIODO:

Cantù parte forte e forza subito due palle perse e una tripla di Gaines impatta subito su 47-47. Venezia alza i giri in difesa e con 8 punti consecutivi di Campogrande piazza il parziale che porta gli orogranata sul 60-49 con 5’04’’ dall’ultimo intervallo. Time out obbligatori di Bucchi che fa il suo effetto per un pronto contro parziale canturino per il 60-56 con 2’52’’ sul tabellone. Ora Cantù ci crede. Una giocata sopra il ferro di Procida prima ed una tripla di Gaines poi portano Cantù a chiudere il terzo quarto di nuovo avanti sul 62-63.

QUARTO PERIODO:

Ultimo periodo che continua sull’equilibrio con Venezia sulle spalle di Vidmar e Cantù a contatto grazie a Bayehe per il -4. Un paio di giocate di Stone su entrambi lati del  campo trovando De Nicolao per la tripla del 72-65 con 4’39’’ dalla fine. Quinto fallo (antisportivo) per Gaines (espulso dopo il tecnico di pochi minuti prima). Una giocata di Austin Daye sigla il 75-67 con 2 minuti sul tabellone. Cantù non molla e con i liberi arriva al -4 con 50’’ secondi dalla sirena. Ma non basta lo sforzo canturino e allora Tonut in penetrazione chiude la partita.

UMANA REYER VENEZIAPALLACANESTRO CANTU’  80-75

MVP BASKETINSIDE:

Austin Daye

Parziali: 26-21; 47-44; 62-63;

Umana Reyer Venezia: Casarin, Stone 5, Tonut 11, Daye 15, De Nicolao 8, Campogrande 11, Vidmar 9, Clark 4, Chappell 4, Mazzola, Cerella, Watt 13. All.re De Raffaele

Pallacanestro Cantù: Gaines 23, Thomas, Smith 7, Kennedy 2, Procida 10, Leunen 5, Lanzi ne, Johnson 10, Bayehe 16, Baparapè ne, Pecchia 2, Caglio ne. All.re Bucchi

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy