Il derby di Bologna dice Virtus! A spuntarla i bianconeri guidati da coach Djordjevic

La concretezza offensiva e difensiva della Virtus regala la vittoria ai bianconeri a discapito di una Fortitudo meno incisiva rispetto al primo tempo di gioco

di Mario Giuliante

In un’atmosfera particolare, legata all’emergenza sanitaria, la Virtus Segafredo Bologna si aggiudica il derby cittadino, con una prova di carattere che non lascia spazio ad interpretazioni, vincendo per 91-71. Sempre davanti durante il match, la squadra di coach Djordjevic trova l’allungo decisivo nel terzo quarto per poi dilagare nell’ultimo. Sugli scudi un ottimo Pajola (14 pt) che, insieme ad Adams (13pt) e Gamble (11pt), regalano la vittoria bianconera. Non è arrivata invece la reazione biancoblu che, nonostante sia stata capace di restare in partita per tutto il primo tempo, non è riuscita a ricucire il distacco del terzo quarto per poi essere travolta nell’ultimo. Saunders (20pt), Fletcher (13 pt) e un ritrovato Happ (17 pt) le note positive di questa serata che, dopo l’ennesima sconfitta, getta ulteriori ombre sulla panchina di coach Sacchetti.

Un primo quarto di equilibrio per le due bolognesi, che spesso e volentieri si sono rincorse durante il periodo di gioco: alla fine a spuntarla è la virtus che chiude la frazione di gioco avanti per 25-27. Per i padroni di casa è Saunders a guidare la squadra (6 pt) coadiuvato da Whiters (5 pt) e Fletcher (4 pt) e dal ritrovato Happ (4 pt) che siede in panchina dopo tanto tempo. Per la virtus, oltre ai punti di Paiola e Adams da tre, sono fondamentali quelli di Teodosic (4 pt) e le due triple del pareggio di Ricci (6 pt) per contribuire al vantaggio. Un primo quarto che vede i bianconeri tirare col 58,8% dal campo.

Il secondo quarto vede una Virtus più incisiva nel trovare il canestro e i punti. Nonostante la buona partenza della squadra di Sacchetti, Hunter e Adams e Gamble sono bravi nel piazzare i punti necessari che alla seconda metà del quarto portano i bianconeri sul 38-28. La reazione della Effe è nelle mani di Fletcher, Withers e Saunders che a tre minuti dalla fine ricuciono lo strappo portandosi sul 35-38. Ad allungare nuovamente ci pensa nuovamente Paiola che da tre sigla il +8 bianconero. La fine del quarto vede i punti di Saunders e il vantaggio virtussino per 47-41.

Il terzo quarto si apre nel segno di Pajola e Ricci che portano subito avanti i suoi sul +11 (56-45): il primo rendendosi pericoloso sotto canestro e l’altro da tre; la Fortitudo si aggrappa ad Happ per non perdere terreno. Lo stesso Happ, dopo un paio di ottime giocate difensive, a meno di cinque minuti dalla fine cerca di ridurre lo svantaggio portando la propria squadra sul 53-60 con un paio di giocate sotto canestro. A meno di tre minuti dalla fine il parziale recita 64-53 per la Virtus Bologna, con i punti a bilancio di Markovic e Hunter. La tripla di Banks prova a rimettere in partita la Effe ma Alibegovic con due punti sotto canestro tiene a distanza i biancoblu. Il finale di quarto recita 67-58 per la Virtus Bologna.

L’ultimo quarto si apre subito con le bombe da tre di Markovic, Alibegovic e Adams: la Virtus si porta sul 76-60 frastornando la Fortitudo. Il duo Teodosic/Hunter e ancora Alibegovic regalano ulteriore spettacolo portando la propria squadra sul +20: al settimo minuto di gioco la Virtus conduce per 80-60. A meno di tre minuti dalla fine, nonostante qualche punto biancoblu, i bianconeri mantengono saldamente la distanza aumentando il proprio vantaggio per 85-64. Scende la luce sull’Unipol Arena con la Virtus che si aggiudica il match: il risultato finale recita 91-71

MVP Basketinside: Alessandro Pajola

Lavoropiù Fortitudo Bologna: Banks 9, Dellosto 0, Fletcher 13, Palumbo 0, Fantinelli 0, Withers 10, Saunders 20, Cusin 0, Totè 0, Sabatini 0, Mancinelli 2, Happ 17.

 Virtus Segafredo Bologna: Tessitori 2; Deri 0; Barbieri 0; Pajola 14; Alibegovic 10; Markovic 5; Ricci 9; Adams 13; Hunter 10; Weems 10; Teodosic 7; Gamble 11.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy