Bramos gela il Forum, Venezia sbanca Milano a fil di sirena

Bramos gela il Forum, Venezia sbanca Milano a fil di sirena

Venezia rimonta e con il tap in di Bramos passa al Forum.

di La Redazione

MILANO 86 VENEZIA 87

Parziali: 29-20; 47-41; 61-64

AX: Della Valle 7, James 8, Micov 7, Milesi ne, Fontecchio 7, Tarczewski 15, Nedovic 14, Cinciarini 7, Nunnally 9, Burns 3, Brooks 3, Omic 6. All. Pianigiani.
Umana Reyer: Haynes 5, Stone 6, Bramos 12, Tonut 20, Daye 9, De Nicolao 7, Vidmar ne, Biligha 6, Giuri ne, Mazzola, Cerella, Watt 22. All. De Raffaele.

Strepitosa Umana Reyer. Gli orogranata infliggono alla capolista AX Milano la prima sconfitta della stagione, con un parziale finale di 0-10 in 102” che consente agli orogranata di espugnare il Mediolanum Forum per 86-87.

Confermato il quintetto (Haynes, Stone, Bramos, Mazzola e Watt), si comincia con una tripla di Haynes, ma poi Milano riesce a giocare a campo aperto e, sfruttando anche gli errori al tiro orogranata (1/9), arriva un parziale di 19-0 in 4′, che nemmeno il time out di coach De Raffaele riesce a fermare. Watt interrompe il break e poi entrano in campo De Nicolao e Tonut. E’ in particolare il primo a dare la scossa, dopo che l’AX riesce a volare sul 25-9 al 6′ con le triple di James e Della Valle. L’Umana Reyer riesce ad alzare il livello del gioco, limando punto su punto e andando al primo intervallo sotto la doppia cifra di ritardo (29-20) sul gioco da tre punti di Tonut.
Gli orogranata attaccano con buona circolazione, in un match in cui si abbassano i ritmi, restando a contatto fino al nuovo tentativo di fuga milanese (37-23 al 13’30”). Dopo il nuovo time out veneziano, Biligha firma da solo un controparziale di 5-0, con sospensione chiesta stavolta dalla panchina di casa. L’Umana Reyer si mostra più reattiva a rimbalzo, anche in attacco, così, dal 44-32 del 17′, si arriva sul 44-38 al 18’30”, grazie al gioco da tre punti di Watt. Il protagonista del secondo quarto è però Tonut ed è proprio lui a toccare la doppia cifra con la tripla del 47-41 con cui si va all’intervallo lungo.

Al rientro dagli spogliatoi, l’Umana Reyer dimostra di essere pienamente in partita, con un parziale di 0-7, firmato da Daye e ancora Tonut, che la porta avanti sul 47-48 al 21’30”. Il match prosegue tra sorpassi e controsorpassi, poi gli orogranata alzano l’intensità difensiva e arriva un altro 0-7 (firmato da Stone, Bramos e Daye) per il 51-57 al 24’30”. Dopo il botta e risposta Tarczewski-Watt a cavallo di metà quarto, la partita attraversa una fase poco limpida, in cui le squadre si inceppano. Dopo 3′ di astinenza, Watt torna a segnare per gli orogranata (56-61 al 28′), che poi trovano un autocanestro di Burns e un libero di Watt per andare all’ultimo intervallo avanti 61-64.

Milano si fa sentire a rimbalzo offensivo e torna avanti con la tripla di Cinciarini del 66-64 al 31’30”. E’ Watt il miglior orogranata nel frangente, trovando due volte il canestro del pareggio e poi schiacciando quello del sorpasso sul 68-70 al 33’30”. Milano però prova a fuggire con un break di 10-0 (78-70 subito dopo metà quarto). L’Umana Reyer torna a segnare dopo oltre 3′ con la tripla di Bramos del 78-73 al 36’30”, con qualche fischio rivedibile (tecnici a De Nicolao e De Raffaele) e il quinto fallo di Watt che permettono a Nedovic di trascinare Milano sull’86-76 a -1’42”. Con il quintetto piccolo (Daye da numero 5) gli orogranata, però, non mollano: tripla di Tonut, tripla di Bramos (dopo il quinto fallo di De Nicolao) e canestro di Daye per l’86-85 a -47”. Bramos porta a casa lo sfondamento di Micov a -30”, poi Milano getta alle ortiche una rimessa a -9”. Ed è sempre il greco, a due decimi dalla fine, a trovare il tap-in della vittoria per 86-87.

Uff.Stampa Reyer Venezia

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy