Brescia corsara al Palaverde dopo un quarto periodo mozzafiato

Un Moss più sicuro di Bund tedesco regala i primi due punti a Brescia, a Treviso non basta un super David Logan per mantenere inviolato il proprio parquet.

di Gianmarco Tonetto

DE’ LONGHI TREVISO BASKET – GERMANI BRESCIA 87-94 (26-31, 40-54, 64-70)

TREVISO:Russell 16, Akele 11, Logan 30, Mekowulu 9, Imbrò 6, Carroll 11, Vildera 2, Chillo, Cheese 2, ne: Bartoli, Piccin

BRESCIA: Vitali, Cline 20, Sacchetti 13, Moss 11, Chery 11, Ancellotti, Burns 12, Parrillo, Ristic 14, Bortolani, Kalinoski 5, Crawford 8.

QUINTETTI

TREVISO: Logan, Russell, Carroll, Akele, Mekowulu.

BRESCIA: Chery, Crawford, Cline, Kalinoski, Burns.

PRIMO PERIODO: parte a dir poco on fire David Logan, il professore segna tutti i primi 8 punti di Treviso, ma Brescia risponde colpo su colpo con Burns e Croawford portandosi in vantaggio sul 10-8 e costringendo Menetti al time out. La partita è divertente con gli attacchi a prevalere lungamente su delle difese tutt’altro che mordenti, cosicché dopo sette minuti giocati il punteggio è già sul 17 a 22 per gli ospiti, grazie al gioco da 3 punti di Ristic. La Leonessa ruggisce in campo e la tripla di Sacchetti dall’angolo sancisce il +10, sul 19-29 con 60 secondi sul cronometro della prima frazione di gioco. La De’ Longhi non ci sta a soccombere senza lottare e il mini parziale di capitan Imbrò e l’eterno Logan con la tripla a fil di sirena, suggella il punteggio sul 26-31 per i lombardi.

SECONDO PERIODO: la Germani riprende immediatamente da dove aveva lasciato, mentre TVB ci impiega oltre due minuti per segnare il primo canestro del periodo, una tripla a firma Imbrò. Giocano bene i ragazzi di coach Esposito, la loro circolazione di palla nella metà campo offensiva sfiora la perfezione e il tiro piedi a terra è una costante in questa fase di partita. Treviso invece si incaponisce sul soluzioni in uno contro uno e forzature, il cui unico risultato è un attacco rallentato con percentuali via via sempre più basse. La goccia che fa traboccare il vaso è l’alley oop di Cline, che vale il nuovo +11 bresciano, e obbliga la panchina di casa al time out discrezionale (37-48, 2:45). La Leonesssa allunga fino al +13, massimo vantaggio, prima che Akele provi a suonare la sveglia con una tripla (40-50). Ma è solo un fuoco di paglia perché se l’attacco di Treviso è privo di idee, la difesa non è proprio pervenuta e la Germani allunga a +14, chiudendo il primo tempo a quota 40-54.

TERZO PERIODO: la De’ Longhi parte nel modo migliore con un gioco da 4 punti di Carroll che riporta i suoi a -10. Entra invece un po’ fredda Brescia per questa ripresa, con Vitali a perdere un paio di palloni per leggerezza. Treviso torna in grande confidenza con il tiro da 3 punti, dopo Carroll si iscrivono alla gara dalla lunga distanza anche Logan e Akele, che riportano la squadra della Marca a -7 (54-61). Brescia riesce a mantenere il proprio vantaggio tra +6 e il +8, difendendosi a denti stretti da una De’ Longhi in parziale aperto di 7-0. La partita sale di intensità, ma il grave problema per Treviso è che pensa di potersela giocare solo con l’attacco. Il periodo si conclude con un 1/2 di Sacchetti dalla lunetta che sigilla il punteggio sul 64-70 all’alba dell’ultimo quarto.

QUARTO PERIODO: Logan suona la gran carica con due triple che valgono la parità a quota 70, prima che Burns riporti i suoi a +2 grazie ai liberi. La Germani torna a far circolare la palla come vuole Esposito e con un parziale aperto di 7-0 costringe Menetti al time out per strigliare i suoi. Al rientro in campo la musica non cambia e il parziale bresciano ora è di 11-0, prima del nuovo time out del coach ex Reggiana. Akele ci crede davvero e dopo un’ottima giocata difensiva segna la tripla del nuovo -4, questa volta è coach Esposito a dover interrompere il gioco e parlare con i suoi (82-86, 3:00). Sono le triple a dare speranza alla TVB, con Logan a segnare il canestro del -1. Ristic si mangia un canestro già segnato da sotto il ferro, ma Logan non ne approfitta, Moss invece non trema e segna la tripla del +4, alla quale fa seguito il contropiede di Chery che sostanzialmente regala la vittoria alla Leonessa. Finiscia 87 a 94 con Brescia a conquistare i primi due punti della stagione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy