Brescia fa sua la battaglia contro Tortona. Allungo in classifica anche grazie a un sontuoso Burnell

0

Bissa il successo della scorsa settimana Brescia, che al PalaLeonessa supera Tortona in un anticipo dai tratti rudi e spigolosi. Gara giocata a basso ritmo ma ad alta intensità fisica, alla quale la Leonessa si adegua soprattutto nella metà campo difensiva, mettendo in mostra una delle migliori prove difensive della stagione, nonostante l’assenza di Cobbins. Partenza che sorride ai piemontesi, che riescono a togliere dal match Bilan e Della Valle, lasciati spesso soli nel giocare uno contro uno contro ottimi difensori, spesso aiutati dai compagni. Il primo tempo scorre senza grandi acuti da parte delle compagini, anche perchè la Bertram non trova ritmo in attacco, affidandosi a situazioni estemporanee di Ross e Dowe. Nella ripresa coach Magro applica gli aggiustamenti: seduti Bilan, Gabriel e in parte ADV, campo a Cournooh, Akele e Burnell: ed è proprio con la panchina che Brescia inizia a trovare fluidità e fiducia, aiutata da un avversario che si spegne col passare dei minuti. L’ex Sassari è l’MVP del match, venendo anche da un periodo in cui la forma non manca: per Burnell solo giocate buone (9 punti, 7 rimbalzi, 17 valutazione). Cournooh fa un lavoro fantastico in difesa sugli esterni avversari, mentre Akele riscatta le ultime uscite non brillanti andando in doppia cifra. In doppia cifra anche Massinburg e Christon, ormai garanzie, in quella che è stata una rotazione sperimentale ma efficace. Tortona può recriminare sè stessa: il lavoro in difesa è buono, quello in attacco un po’ meno: Dowe e Ross giocano solo il primo tempo poco più, mentre la squadra chiude con un poco lusinghiero 2% dall’arco, soffrendo anche a rimbalzo. Percentuali basse, con Baldasso, Weems e Strautins che non danno il contributo che possono dare, risultando alle volte dannosi.

Vittoria importante per Brescia, che allunga sul trio di inseguitrici e attende le loro partite, in attesa del big match della prossima settimana contro Venezia. Per Tortona stop pesante in chiave playoff, con la corsa che dovrà ripartire dalla trasferta di Trento.

Quintetto Brescia: Christon, Della Valle, Petrucelli, Gabriel, Bilan

Quintetto Tortona: Ross, Obasohan, Strautins, Severini, Kamagate

Difese estremamente dinamiche nei primi minuti di gara, con le squadre che iniziano segnando molto poco. Sblocca Gabriel dal’arco, seguito da Petrucelli. Per Tortona primi punti di Strautins, seguito dalla bomba di Ross per il pareggio (5-5 al 5′). E’ l’inizio di un break 8-0 che porta gli ospiti avanti di 5 punti (5-10), chiuso dai liberi di Gabriel, il più positivo dei suoi in avvio. Non è fluido l’attacco bresciano, che si chiude in pochi tiri ben costruiti e in tanti isolamenti: Bilan è fulcro offensivo, con fortune alterne, della Leonessa, che si comporta bene in difesa, rimanendo a contatto. Tortona dal canto suo non attacca meglio, soffrendo la difesa molto fisica dei rivali: senza Ross l’attacco è poco efficiente, non permettendo alla formazione piemontese di prendere il largo al 10′ (13-14).

Cournooh dona ai suoi un nuovo vantaggio andando a segnare dai 6.75. La Germani trova un bel break 8-0 per provare la prima fuga della gara (19-13 al 12′), immediatamente sedata da contro-parziale della Bertram, con Kamagate che affonda la bimane che vale il pareggio a quota 19 a metà secondo quarto. Gara dal ritmo basso e compassato, con attacchi caratterizzati da poche idee: Dowe risponde a Petrucelli per il nuovo pareggio (26-26 al 18′), spingendo coach Magro a fermare il gioco. Il rientro in campo non è positivo, con Gabriel che perde palla e lascia campo aperto a Strautins per il nuovo vantaggio Tortona. Coach Magro tiene un quintetto basso per provare a sbloccare anche i suoi esterni, non paga: Tortona si aggrappa ai punti di Dowe, che sfidato dall’arco non delude mandando a bersaglio due triple di fila poco prima dell’intervallo, punteggio sul 33-36.

Due canestri in fila di Christon ad aprire la ripresa. Gara ancor più fisica rispetto al primo tempo, anche se ora la palla trova con più frequenza la retina. Le compagini si scambiano la leadership della sfida molte volte, ma è Tortona a tentare di sferrare una spallata decisa con i punti di Dowe e Ross, scatenati da tre punti, anche su tiri piuttosto forzati. Leonessa che arranca ma reagisce, sospinta da un sontuoso Burnell, che replica ai canestri di Candi per il 50-50 su cui suona la penultima sirena.

Della Valle segna il suo primo canestro dal campo, Brescia è di nuovo avanti. Risponde Kamagate, ma ora è la Germani con il vento in poppa e l’inerzia a favore: segnano Cournooh, Massinburg e Burnell a griffare un parziale 7-0 che costringe De Raffaele al timeout. Kamagate dalla lunetta ferma l’emorragia, ma ancora Burnell al ferro per il massimo vantaggio Germani (61-53 al 35′). Baldasso accorcia segnando la prima tripla di serata, seguito dai primi punti di Weems, con il tempo che passa e la palla che si fa sempre più pesante. Petrucelli segna un canestro con fallo pesantissimo, con i piemontesi che non muovono il tassametro per diversi minuti. Christon invece segna per il +7 bresciano che sa di vittoria (69-62 al 39′). Così è: il finale sorride alla Germani, 72-65.

Germani Brescia vs Bertram Yachts Tortona 72-65 (13-14; 33-36; 50-50)

Brescia: Christon 10, Gabriel 5, Bilan 4, Burnell 9, Massinburg 11, Della Valle 7, Petrucelli 8, Cournooh 8, Akele 10, Porto n.e., Pollini n.e., Tanfoglio n.e. All: Magro

Tortona: Zerini 0, Ross 15, Dowe 14, Candi 4, Strautins 6, Baldasso 10, Kamagate 10, Severini 0, Obasohan 4, Weems 2, Thomas 0, Tavernelli n.e. All: De Raffaele

MVP Basketinside: Jason Burnell,