Brescia riparte strapazzando una Trieste incerottata. No game al PalaLeonessa

0

Dopo sette sconfitte consecutive torna a sorridere la Germani Brescia, che batte largamente una Trieste mai in gara. Friulani senza Bartley schierano solo tre americani e non trovano mai continuità in attacco, soffocati da una gran difesa bresciana. La Leonessa scappa via subito in apertura di gara, e dopo il primo quarto dilaga senza storia, guidando la gara per tutto l’arco dei 40′ di gioco. Merito dell’ottima serata al tiro e di un Della Valle formato Coppa Italia, che trascina i suoi alla vittoria che mancava dal 2 gennaio. Contesa in cui Trieste cerca di fare il possibile ma soccombe soprattutto a causa della pessima percentuale dall’arco e di un dato di palle perse davvero troppo alto, frutto di una gestione della palla approssimativa e frettolosa. Per la Germani una vittoria di gruppo, come forse mai accaduto quest’anno e con nessuno che sfigura o risulta insufficiente. Sorridono sia le prime che le seconde linee, in una sfida che di fatto era già finita all’intervallo.

Trieste deve cercare di ricomporsi contro Reggio Emilia settimana prossima. Brescia sarà invece in scena in trasferta a Pesaro.

Quintetto Brescia: Nikolic, Della Valle, Petrucelli, Gabriel, Odiase

Quintetto Trieste: Ruzzier, Davis, Deangeli, Spencer, Terry

Partenza con Trieste che schiera subito la zona in difesa e viene punita da due triple di Della Valle. Brescia prova subito a prendere il largo con i canestri dal pitturato (12-4), ma Trieste risponde subito con i canestri di Davis per ritornare a -4. Petrucelli segna la tripla del nuovo +7, con la Leonessa che ora sembra avere maggiori energie. Brescia gira bene in attacco ma Trieste si aggrappa ai canestri di Ruzzier e Davis per rimanere in scia: la tripla di quest’ultimo vale il -2 ospite (20-18). Brescia si rimette a correre bene il campo e chiude il primo periodo avanti di 6 lunghezze (26-20).

Moss apre il secondo quarto con la tripla del massimo vantagio bresciano (+9, 29-20). Trieste con poche idee: Massinburg alza l’alley-oop e Cobbins inchioda la bimane per il +11 bresciano, con coach Legovich che chiama il timeout. Il massimo gap si amplia fino a +16 (38-22 al 15′) con la tripla di Massinburg, con il break locale subito fermato dai canestri di Davis e Terry in contropiede a dare ossigeno ai friulani, subito ricacciati sul -16 dalla prima tripla stagionale di Laquintana (42-26) e dalla successiva di Della Valle per il +19 bresciano (45-26). Leonessa ampiamente in controllo della sfida, anche se subisce un parziale avversario 6-0 ispirato dai pochi americani che i viaggianti possono mettere in campo. 53-34 all’intervallo.

Gara che procede in modo lineare, senza che Trieste dia mai l’impressione di poter rimontare. Brescia con Petrucelli trova il +23 (67-44 al 26′). La bimane e di Gabriel qualche possesso dopo allunga il gap a 25 punti, con Trieste che non sta al passo nonostante gli sforzi. Alla penultima sirena Brescia controlla agilmente la gara (74-51).

Quarto parziale che procede senza grandi sussulti. Da segnalare solo l’aumento del massimo vantaggio a +37 (92-55 al 35′), con la tripla di un positivo Laquintana. Parziale frutto dell’incapacità triestina di muovere la retina con continuità. Treste prova a cercare di limitare i danni andando a fermare il gioco e proponendo difese diverse, ma i risultati non ci sono e i biancorossi alzano bandiera bianca sul punteggio finale di 95-59.

Germani Brescia vs Pallacanestro Trieste 95-59 (26-20; 53-34; 74-51)

MVP Basketinside: Amedeo Della Valle, che ritrova ottime percentuali dall’arco e trascina fin dai primi minuti la propria squadra.